Reclami Eni gas e luce: numero verde e modalità

In Luce e gas
Reclami Eni gas e luce

Eni gas e luce ha migliaia e migliaia di clienti in Italia e garantisce un servizio clienti di qualità che consente di ottenere risposte concrete in poco tempo. I reclami Eni gas e luce sono molto facili da fare e da inviare ma è bene sapere in che occasioni conviene inviare un reclamo al fornitore.

Come vedremo esiste un numero reclami Eni gas e luce sempre disponibile e il fornitore si impegna a risolvere in modo tempestivo eventuali situazioni di insoddisfazioni da parte del cliente. Eni è una azienda italiana fondata nel 1953 che oggi è leader nel settore energetico per quanto riguarda la fornitura di energia elettrica e gas per imprese e famiglie.

Eni propone moltissimi servizi aggiuntivi molto professionali che consentiranno, tra le altre cose, anche di poter avere a disposizione strumenti utili per l’ottimizzazione dei consumi. Nei prossimi paragrafi parleremo di come fare i reclami Eni gas e luce e di quali sono le occasioni in cui si ha diritto a un rimborso.

Reclami eni gas e luce: come inviare un reclamo

I clienti Eni gas e luce possono presentare una segnalazione compilando l’apposito modulo disponibile presso i negozi della rete in franchising Energy Store Eni. In alternativa si potrà anche scrivere a Eni gas e luce SpA Corrispondenza Clienti – Casella Postale 71 – 20068 Peschiera Borromeo (Mi).

Parlando di Eni gas e luce modulo reclami e altre informazioni sono sempre disponibili sul sito web ufficiale del fornitore. Si potrà comunque anche inviare una segnalazione via fax al numero 800 91 99 62 attivo 24 ore su 24. Chiaramente per inviare i reclami Eni gas e luce sarà necessario procurarsi alcuni dati come indirizzo della fornitura, indirizzo postale, indicazione del servizio a cui si riferisce la segnalazione scritta e un recapito telefonico. Nel caso in cui il cliente avesse inviato dei reclami Eni gas e luce scritti, Eni sarà tenuto a rispondere al cliente entro le tempistiche previste dall’ARERA.

In caso di mancato rispetto delle tempistiche previste per la risposta al cliente, quest’ultimo potrà richiedere un indennizzo che dovrà essere commisurato al ritardo rispetto al tempo massimo di risposta previsto dalla normativa, ovvero 40 giorni solari. Sarà anche previsto un indennizzo automatico nei casi di richiesta scritta di rettifica di fatturazione o di doppia fatturazione se il rimborso delle somme pagate in eccedenza dovesse avvenire oltre il tempo massimo di rimborso previsto dalla normativa vigente (90 giorni solari).

Eni gas e luce si impegna a risolvere tutte le situazioni di disservizio rispondendo alle richieste pervenute e mettendosi a disposizione per dare consigli e fugare possibili dubbi. Si potrà anche utilizzare il contatto Eni gas e luce pec reclami: clienti@pex-enigaseluce.com.

Reclami Eni gas e luce: le tempistiche di risposta

Dopo che Eni avrà ricevuto la segnalazione mediante diversi canali di contatto prenderà l’impegno di rispondere telefonicamente o online nel minor tempo possibile. Qualora la segnalazione dei reclami Eni gas e luce riguardi problemi relativi la fatturazione in bolletta, il fornitore bloccherà le azioni di recupero credito fino alla conclusione delle verifiche.

Se si vuole gestire in modo smart le proprie forniture e le pratiche si potrà utilizzare l’app Eni gas e luce o accedere all’area clienti di Eni gas e luce. Il Servizio Clienti di Eni risponde al Numero Verde 800 900 700 tutti i giorni 24 ore su 24 e in modo gratuito. Il Servizio Cliente risponde anche tramite chat online dalle 8 alle 22. Si potrà inviare un fax anche al numero 800 91 99 62 alla casella postale 71 – 20068, Peschiera Borromeo (MI).

E se Eni non risponde?

Se Eni gas e luce non dovesse rispondere al reclamo che cosa si potrà fare? Ricordiamo anzitutto che le tempistiche di risposta al reclamo sono rigidamente stabilite dall’ARERA. Eni ha quindi il dovere di rispondere ai reclami entro 30 giorni solari dal giorno di ricezione del reclamo scritto.

Tale termine vale anche quando il venditore dovrà richiedere dati tecnici ad altri soggetti. In alcuni casi i clienti avranno diritto a un indennizzo, ad esempio se il venditore dovesse rispondere dopo più di 30 giorni solari il cliente dovrà ricevere un indennizzo automatico di 25 euro.

Se la risposta ai reclami Eni gas e luce dovesse arrivare entro 80 giorni l’indennizzo sarà di 50 euro, mentre sarà di 75 euro per una risposta che arriva dopo più di 120 giorni. Eni gas e luce modulo reclami si compila indicando il numero clienti e i dati dell’utenza a cui si riferisce il reclamo. Nel caso dell’utenza luce si dovrà inserire il codice POD, nel caso del gas il codice PDR. Si dovranno poi inserire alcuni dati in ogni caso come indirizzo, comune, CAP.

Se il reclamo dovesse riguardare un’errata fatturazione Eni gas e luce provvederà a bloccare le azioni di recupero crediti nei confronti del cliente in relazione alla bolletta fino alla fine delle verifiche. Ricordiamo che in caso di reclami Eni gas e luce il servizio clienti dell’operatore sarà sempre a completa disposizione per fornire informazioni utili.

Condividi:

Tags articolo

I più popolari

Non ci sono articoli

Cerca per tag

Non ci sono tag