Manutenzione stufa a pellet: costo, tempo e pulizia

Manutenzione stufa a pellet: costo, tempo e pulizia

Se desideri dotarti di una stufa a pellet e ti stai chiedendo se è obbligatorio eseguire la manutenzione stufa a pellet, la risposta è sì, in quanto è proprio la legge a stabilire che occorre che venga a cadenza periodica un tecnico specializzato a fare la pulizia e manutenzione stufe a pellet, e a seguire dopo che avrà completato tutte le operazioni dovrà rilasciarti un rapporto di controllo e manutenzione stufa a pellet che dovrai conservare con cura al fine di poterlo esibire al controllo successiva. Per far sì che la tua stufa a pellet funzioni bene sarà necessario che anche in autonomia ti occupi della pulizia e manutenzione stufe e a pellet in modo quotidiani, o comunque a cadenza periodica: è facile da fare, oltre che veloce, e ti consentirà di avere la massima efficienza dalla tua stufa. Sapere come fare una buona manutenzione stufa a pellet è importante, in modo da poter usare bene la tua stufa in modo sicuro e poter godere di tutti i suoi vantaggi. Bisogna sapere che la combustione delle stufe a pellet crea solitamente poca cenere, ma ovviamente c’è sempre la necessità di eseguire una pulizia frequente, e questo perché ti consentirà di avere una stufa efficiente che lascia poco residuo, sicura, e che sarà anche esteticamente armoniosa valorizzando lo stile della tua casa. Se farai una manutenzione stufa a pellet a cedenza regolare potrai consumare meno combustibile e rendere più sicuro oltre che duraturo il tuo impianto di riscaldamento. Una cosa molto importante è che tu segua sempre le indicazioni del costruttore presenti nel libretto delle istruzioni, in modo da poter fare una pulizia e manutenzione stufe a pellet in casa per togliere lo sporco, anche se ricordati che la pulizia e manutenzione stufe a pellet annuale deve essere eseguita esclusivamente da personale tecnico, in quanto rientra sin quella che è l’operazione per la stufa a pellet manutenzione obbligatoria.

Cosa sapere per poter fare a casa una manutenzione stufa a pellet?

Tutte le operazioni anche relative alla pulizia e manutenzione stufe a pellet vanno eseguite a fuoco spento, con l’apparecchio che deve essere freddo e il cavo dell’alimentazione elettrica che deve essere scollegato. Dobbiamo specificare come la scelta del materiale che viene impiegato per la combustione della stufa a pellet è la premessa molto importante per una pulizia agevole della stufa stessa, dal momento che un pellet di qualità assicura una valida combustione e inoltre da sì che non ci siano né accumuli di residui né incrostazioni dentro la canna fumaria e sul vetro. La pulizia del vetro non deve essere trascurata, dal momento che pulire il vetro correttamente e con costanza ti consentirà di proteggere anche l’integrità delle guarnizioni, così da evitare che ci possano essere dei consumi eccessivi causati da un elevato ingresso dell’aria in quella che è la camera di combustione. Se ti stai chiedendo con quale frequenza andrebbe fatta per la stufa a pellet manutenzione obbligatoria, devi sapere che dipende sia dalla tipologia di pellet che si utilizza sia dalla quantità di ore nelle quali viene messa in funzione la stufa stessa. Per quanto riguarda la cadenza per buttare la cenere, con la stufa a pellet ti basterà svuotare ogni 2 giorni il cassetto della cenere, poi ricordati di pulire una volta alla settimana la camera di combustione e effettua però un controllo giornaliero delle condizioni sia del braciere sia del supporto braciere, avendo cura di liberare i fori da eventuali impurità, e qualora dovessi asportare la cenere dovrai dotarti di un apposito aspiracenere. Altre operazioni che potrai effettuare in autonomia almeno una volta all’anno saranno di controllare i pannelli del rivestimento, effettuare la pulizia dello schienale e controllare la funzionalità delle pile del telecomando nel caso in cui fosse presente. Nel caso in cui vi fosse un rivestimento in maiolica della stufa, occorrerò effettuare una pulizia della stessa pulendo il rivestimento con un panno morbido e asciutto, oppur e qualora si desiderasse si possono anche usare prodotti adatti alla pulizia di ceramiche, mentre qualora volessi pulire le parti in metallo verniciato della tua stufa il consiglio è di usare un panno morbido bagnato con dell’acqua. Per quanto riguarda invece lo smaltimento della cenere, come prima cosa assicurati che le braci siano completamente spente, dopodiché potrai decidere di usare la cenere in molti modi, come fertilizzante per le piante, per lucidare gli oggetti che hai in casa di argento e acciaio, per sciogliere la invece, oppure potrai semplicemente buttarla, ricordandoti di farlo sempre nei rifiuti organici.

Come abbiamo già anticipato, a differenza della manutenzione ordinaria che anche tu in autonomia puoi eseguire sulla tua stufa a pellet, la manutenzione straordinaria è obbligatoria per legge, e ti devi rivolgere una volta all’anno, solitamente alla fine della stagione invernale, a un tecnico qualificato che eseguirà tutti i controlli del caso e a seguire ripristinerà tutti i collegamenti iniziali.

Arianna Bessone

Arianna Bessone