Microcredito: tempi di erogazione e requisiti per richiederlo

Microcredito: tempi di erogazione e requisiti per richiederlo

Quando si parla di microcredito, spesso la grande maggioranza delle persone pensa che si tratti di una formula per ottenere credito a basso tasso di interesse, quando in realtà è qualcosa di un po’ diverso. Per microcredito si fa riferimento infatti alla concessione di importi da parte delle finanziarie a basso impatto, ovvero prestiti di piccole dimensioni (non come un mutuo per acquistare una casa, per intenderci), i quali possono essere erogati sia a persone fisiche sia a imprese che necessitano di un piccolo aiuto economico ma che, per svariate ragioni, non hanno la possibilità di accedere a un finanziamento bancario. I motivi per i quali non hanno questa possibilità possono essere numerosi, ma l’importante è che esista un’altra possibilità per coloro che necessitano di un aiuto finanziario ma sono bloccati dal sistema bancario: gli istituti di credito che erogano microcrediti sono numerose, e chiunque potrà trovare esattamente la soluzione che meglio risponde alle proprie singole e specifiche esigenze. Per il microcredito tempi erogazione possono variare, in quanto occorre che la finanziaria esegua i tradizionali controlli di routine prima di erogare la somma di denaro richiesta: in taluni casi è altresì invece possibile, portando le dovute documentazioni, accedere a un microcredito immediato, il quale rappresenta senz’altro la soluzione più ambita da parte di persone e società che si trovano in difficoltà e hanno bisogno di liquidità immediata. Se quindi per il microcredito tempi erogazione possono presentarsi delle difficoltà, a causa delle prassi burocratiche stabilite dalla finanziaria, voi portatevi vanti con il lavoro e portate con voi tutta la documentazione che attesti la vostra possibilità e disponibilità, in ermini di possibilità di saldare tutte le rate del prestito senza difficoltà, in modo che possiate accedere a un microcredito immediato.

Scopriamo quando nasce il microcredito e quali sono i tempi per avere il microcredito

Il microcredito è, come abbiamo visto, una particolare tipologia di finanziamento per piccoli importi che possono essere rogati a persone fisiche o a società che si trovano in difficoltà e necessitano quindi di un aiuto di tipo economico. Così inteso, il microcredito nacque tra la fine degli anni Settanta e l’inizio della decade successiva, e se vogliamo citare un esempio reale di microcredito possiamo pensare al titolare della Gremeen Bank in Bangladesh: egli fornì piccoli prestiti a società e famiglie che necessitavano di un microcredito immediato per le spese di sostentamento personale e aziendale e, così facendo, ha aiutato e sostenuto la nascita e la crescita di numerose realtà imprenditoriali nel paese, portandolo a svilupparsi sempre di più verso un benessere tutt’oggi visibile e percepibile in numerose aree.

Parlando dei giorni nostri, ci sono alcuni requisiti che bisogna avere per poter accedere al microcredito immediato, o anche per conoscere i tempi per avere il microcredito, nel caso di imprese. Qualora si volesse accedere al microcredito con il fondo di garanzia Pmi occorre che quest’ultima abbia in utile almeno uno degli ultimi due bilanci depositati e, qualora l’ultimo bilancio fosse in perdita, è necessario che questa non sia superiore, rispetto al fatturato complessivo dell’anno di studio, al 10%.

Per quanto riguarda i tempi per avere il microcredito questi possono variare, come già anticipato, in quanto qualora si avesse la documentazione richiesta e necessaria per dimostrare il proprio progetto di realtà imprenditoriale, e si fosse nelle condizioni di dimostrare la possibilità di restituire l’importo erogato, si potrà avere accesso anche al microcredito immediato, anche se nella grande maggioranza dei casi si dovrà attendere qualche giorno prima di poter entrare in possesso della somma di denaro richiesta per motivi personali o, nella maggior parte dei casi, per motivi imprenditoriali.

Nel microcredito tempi erogazione, come abbiamo visto, possono variare, ma andiamo a capire nel dettaglio quali sono i principali aspetti che caratterizzano il microcredito, rispetto alle altre opzioni di finanziamento tradizionale tramite le banche.

Microcredito: caratteristiche principali

Ci sono fondamentalmente tre aspetti che consentono di riconoscere subito il microcredito, e capire se è effettivamente quello di cui si necessita o meno. Questi sono il basso tasso di interesse (solitamente molto inferiore rispetto ai tradizionali prestiti, in quanto il microcredito è concepito proprio come un aiuto a coloro che hanno un forte bisogno di accedere a liquidità pressoché immediate a causa di problemi finanziari), l’assistenza tecnica delle attività che vengono supportate con il finanziamento, e il bilanciamento tra la necessità del prestito da parte di chi ne avanza la richiesta e gli interessi della finanziaria che lo eroga. Il bisogno di accedere alla liquidità è un caposaldo del microcredito (nel microcredito tempi erogazione, infatti, sono contenuti proprio per questo motivo) e, infatti, le finanziarie prestano maggiore attenzione ai temi etici (oltre a prestare maggiore ascolto e avere una maggiore comprensione delle motivazioni che spingono a richiedere la somma di denaro) quando si tratta dell’erogazione di questa tipologia di finanziamento. Per quanto riguarda invece la durata del microcredito, questo ha una durata minima di 2 anni e massimo di 60 mesi (quindi, si può evincere come nel microcredito tempi erogazione siano inferiori rispetto ai tradizionali prestiti) e l’importo massimo che può essere richiesto è pari a 25 mila euro, mentre nel caso dei prestiti bancari questi possono essere anche di molto superiori a livello di somme di denaro che è possibile richiedere ed ottenere.

Arianna Bessone

Arianna Bessone