Pagamento bolletta Telecom in ritardo: come fare?

Pagamento bolletta Telecom in ritardo: come fare?

Può capitare di ritrovarsi a dover pagare in ritardo una bolletta di Internet o telefonia, anche se ovviamente non dovrebbe accadere: come comportarsi in questo caso?

Nel caso in cui ci si accorgesse di dover effettuare il pagamento bolletta Telecom in ritardo, ovviamente come procedere e quando si dovrà andare a pagare in caso di applicazione di penali dipenderà sia dal contratto stipulato e dalle sue clausole, sia a quanto ammonta il ritardo nel pagamento.

Quando si stipula un contratto per la fruizione di un servizio, che sia Internet, la telefonia, luce, gas o quant’altro, si accettano tutti i termini e le condizioni, sia relative alla fruizione e l’accesso ai servizi messi a disposizione dal gestore sia i termini relativi alle modalità e tempistiche di pagamento. Ovviamente, a seconda dell’utenza, vi saranno differenti termini per quanto riguarda il pagamento: nel caso delle bollette della luce e del gas solitamente sono a cadenza bimestrale o quadrimestrale (salvo alcuni casi ove la scadenza è mensile), mentre nel caso del settore Internet e telefonico la scadenza è mensile. Nel caso in cui si volesse evitare, per Telecom o per qualunque altro gestore sia del settore Telco sia relativo all’Energy) ovvero per la fornitura di luce e gas) di ritrovarsi ad avere una bolletta Telecom pagata in ritardo, qualora si sapesse che speso per dimenticanza o altro si potrebbe incorrere n questo rischio, il consiglio è di richiedere come modalità di pagamento l’addebito diretto sul proprio conto corrente. In tal modo non si correrà più il rischio di ritrovarsi con il pagamento bolletta Telecom in ritardo (dal momento che sarà Telecom stessa a prelevare direttamente i soldi dal conto corrente dell’utente ogni mese). Questo rappresenta sia un vantaggio per il cliente, in quanto non dovrà più ricordarsi ogni mese di effettuare il pagamento, sia per il gestore, dal momento che avere la possibilità di prelevare direttamente i soldi dal conto corrente rappresenta un grande vantaggio in termini di sicurezza del saldo dell’importo fatturato.

In qualità di cittadini e di clienti responsabili è di procedere al pagamento delle varie fatture entro la data di scadenza: molti preferiscono addirittura pagarle in anticipo in modo da evitare di ritrovarsi a doverle pagare all’ultimo momento, ma talvolta può accadere per vari motivi di incorrere in una bolletta pagata in ritardo. Quello che bisogna sapere, e sapere come comportarsi in questi casi, e a cosa si va incontro in caso di un pagamento bolletta Telecom in ritardo, è molto importante.

Cos’è il termine di tolleranza nel caso di pagamento bolletta Telecom in ritardo?

Il termine di tolleranza permette al consumatore di adempiere al pagamento della fattura con una tolleranza massima di 20 giorni dalla scadenza della stessa. Nel corso di questi 20 giorni il cliente potrà vedersi recapitare, tramite posta elettronica o posta ordinaria, degli avvisi con solleciti di pagamento da parte dell’azienda erogatrice del servizio. Nel caso in cui scadesse il periodo di tolleranza e non si avesse ancora saldato il debito (ovvero non si avesse ancora pagata la bolletta) Telecom potrà procedere alla riduzione o sospensione del servizio, sino alla recessione del contratto.

Il pagamento bolletta Telecom in ritardo, quindi, per ricapitolare, comporta: l’applicazione degli interessi di mora e l’addebito di spese qualora la società erogatrice del servizio si fosse fatta carico di invii di solleciti tramite posta ordinaria, la sospensione o la riduzione del servizio, la recessione del contratto di fornitura. Ovviamente non bisogna arrivare a quest’ultimo punto, altrimenti si sarà classificati come morosi, e vi potrebbero essere non poche difficoltà ad attivare un nuovo contratto, anche se con un altro gestore.

Per quanto riguarda le tempistiche della tolleranza, queste vanno da circa 10 giorni a un massimo di 20 giorni, come abbiamo già citato in precedenza (oltre questo termine, la società erogatrice del servizio potrà classificare il cliente come moroso, e procedere con le successive fasi sopracitate).

Cosa fare qualora ci si ritrovasse in questa situazione? Esiste per la bolletta Telecom pagata in ritardo numero fax dedicato?

Sì, ci sono varie modalità per risolvere la problematica delle bollette non pagate.

Per far fronte a una bolletta Telecom pagata in ritardo numero fax da contattare è quello dell’Assistenza clienti, in modo da poter comunicare direttamente con un operatore incaricato, spiegare la problematica e trovare la soluzione migliore per ambo le parti.

Anche qualora si ricevesse l’errato avviso per una bolletta non pagata (ma che in realtà è stata pagata) o per una bolletta Telecom pagata in ritardo numero fax è il medesimo, ovvero 800 000 187: in questo caso occorre indicare il numero della fattura, il proprio documento di identità e la copia della ricevuta di avvenuto pagamento. Gli operatori dedicati all’Assistenza clienti sono a completa disposizione dei clienti per aiutarli a adempiere a ogni responsabilità, offrendo loro tutte le informazioni in merito alle varie circostanze e problematiche che si potrebbero presentare.

Arianna Bessone

Arianna Bessone