Passaggio obbligatorio al mercato libero: una scelta giusta?

Passaggio obbligatorio al mercato libero: una scelta giusta?

Perché si parla di passaggio obbligatorio al mercato libero? Che cosa significa in concreto? Quanti di voi sanno effettivamente di cosa si tratta? Vediamo di rispondere a tutte queste domande e di comprendere qualcosa in più in merito alla data del passaggio obbligatorio al mercato libero e a come gestire meglio la cosa, in modo da farsi trovare pronti e sfruttare il momento per trovare l’offerta su luce e gas più vantaggiosa.

Passaggio obbligatorio al mercato libero: tutte le info

Ormai è certo al 100%: è obbligatorio il passaggio al mercato libero!

Nonostante questo, al giorno d’oggi solo un cittadino su quattro non aderisce alla Maggior Tutela e sceglie il Libero Mercato: i prezzi regolamentati dall’ARERA rappresentano, per la maggioranza delle persone, una sicurezza, anche se persino questi sono soggetti a regolari aumenti di prezzo relativi alla materia prima, agli oneri, alle imposte e all’Iva, al pari delle forniture del Mercato Libero ove vige il regime di libera concorrenza.

Nonostante la data per il passaggio obbligatorio al Mercato Libero sia slittata per ben due volte (dal 2019 al luglio 2020 e poi, nuovamente, al 1° gennaio 2022), occorre essere preparati e sapere come attivarsi al fine di non arrivare all’ultimo momento impreparati ed essere costretti ad aderire a un gestore scelto da terzi, magari con prezzi poco competitivi e tariffe non adatte alle specifiche esigenze dell’utente.

Nonostante alcuni possano non essere d’accordo con il passaggio obbligato al Mercato Libero che, ad ogni modo, interesserà tutti gli utenti tra meno di 2 anni, ciò comporterà alcuni interessanti vantaggi: a breve scopriremo di quali si tratta.

Passaggio obbligatorio al mercato libero: i vantaggi

Sapendo che, oramai, è obbligatorio il passaggio al mercato libero dell’energia, abbiamo deciso di esporvi alcuni dei lati positivi di questo fattore.

Intanto, decidere di lasciare la Maggiore Tutela per il Mercato Libero consente di poter scegliere il fornitore migliore con i prezzi più vantaggiosi tra un’ampia rosa di gestori di energia elettrica e gas presenti sul mercato; inoltre, la forte concorrenza tra i gestori di energia elettrica e gas porta la maggior parte di essi ad abbassare in maniera rilevante i prezzi per i consumatori che decidono di aderire alla loro fornitura; insomma, più concorrenti ci sono, più i prezzi si abbassano, ovviamente cercando di mantenere alti standard di qualità del servizio, a tutto vantaggio degli utenti consumatori.

Ancora, gli utenti che decideranno di aderire al Mercato Libero potranno attivare le offerte Dual (non disponibili invece nel Mercato tutelato), le quali consentono di rimanere con il medesimo gestore sia per la fornitura della luce sia per quelle del gas e di accedere in molti casi a offerte vantaggiose, bonus e premi.

Il passaggio al Mercato Libero è altresì un’operazione completamente gratuita e che non prevede alcuna interruzione del servizio di fornitura per la luce e il gas di casa. Ciò significa che, una volta che avrete scelto il miglior fornitore per voi e la vostra famiglia, sarà lui stesso a pensare al passaggio di fornitura senza che questa venga interrotta per nemmeno un secondo. Insomma: voi non dovrete preoccuparvi di niente e non vi accorgerete assolutamente di nulla.

Come effettuare il passaggio dal mercato di Maggior Tutela al Mercato Libero dell'energia?

Qualora si volessero conoscere le migliori offerte per le forniture per la propria abitazione, una valida soluzione è quella di rivolgersi ai comparatori di tariffe come CheTariffa.it. Una volta collegati alla piattaforma dedicata (ne abbiamo una pensata appositamente per le offerte sul gas e una per le tariffe sulla luce), sarà sufficiente inserire i propri dati anagrafici e compilare alcuni campi relativi al proprio consumo di elettricità o gas e, in pochi secondi, si potranno conoscere numerose tariffe molto vantaggiose proposte dai gestori aderenti al Mercato Libero. Una volta stabilita la tariffa migliore per le proprie esigenze sarà sufficiente richiedere una consulenza e gli esperti incaricati contatteranno prontamente l’utente per fornirgli ulteriori informazioni e, se desidera, provvederanno a contrattualizzarlo per l’attivazione della fornitura.

Come avrete potuto intuire, questo significa che la comparazione delle tariffe online non vi costringerà a scegliere necessariamente una delle offerte ricevute. Dato il continuo avvicinarsi della data di passaggio obbligatorio al mercato libero, però, il nostro consiglio è quello di sfruttare il comparatore Chetariffa e tutti i vantaggi che ne conseguono, così da non rischiare di ritrovarvi all’ultimo a dover scegliere uno dei gestori presenti. Più si avvicina il momento della chiusura della maggior tutela, infatti, più è probabile che i prezzi si stabilizzeranno e non sarà più possibile per gli utenti trovare offerte economiche e usufruire delle numerose tariffe vantaggiose che, invece, si possono trovare ora che il passaggio obbligatorio al mercato libero è ancora lontano!

Arianna Bessone

Arianna Bessone