Perché scegliere gli elettrodomestici a alta efficienza energetica?

Perché scegliere gli elettrodomestici a alta efficienza energetica?

Quello degli elettrodomestici a alta efficienza energetica è un aspetto assolutamente da non trascurare, se si ha l'obiettivo di ridurre i consumi e risparmiare sulle bollette (un obiettivo certamente condiviso da moltissime persone). Si tratta però di un argomento sul quale c'è ancora poca chiarezza. Non tutti hanno ben presente come e perché scegliere gli elettrodomestici a alta efficienza energetica costituisca un vero e proprio investimento sul futuro: a fronte di una spesa iniziale maggiore, si risparmia davvero parecchio nel corso degli anni a venire per le bollette.

Nonostante questo, molti italiani hanno ancora in casa elettrodomestici vecchi e obsoleti, magari in alcuni casi addirittura ereditati dai genitori: e questo comporta negli svantaggi non da poco... Come vedremo dettagliatamente in questo articolo, dedicato proprio alla classe energetica degli elettrodomestici e all'importanza di sostituire quelli vecchi con quelli di ultima generazione (che sono appunto ad alta efficienza energetica).

Perché scegliere gli elettrodomestici a alta efficienza energetica: i vantaggi

Avete in casa una vecchia lavatrice e non vi decidete mai a cambiarla, visto che ancora funziona bene? In realtà, se pensate che sia meglio agire così per risparmiare (in fin dei conti, perché sostituire una lavatrice che svolge ancora egregiamente il suo dovere? Sembrerebbe essere uno spreco inutile di soldi...), sappiate che non state risparmiando affatto. Anche se funzionano ancora bene, i vecchi elettrodomestici presentano forti limitazioni sia in termini di consumo (il quale è molto alto) sia in termini di dispendio energetico (e questo provoca danni non indifferenti all’ambiente). Gli elettrodomestici di ultima generazione hanno sì un costo più alto sul mercato, ma presentano anche forti vantaggi che non lasceranno indifferenti i consumatori più attenti al consumo, al risparmio energetico e al prezzo indicato in bolletta per l’energia elettrica.

Chi sceglie di acquistare degli elettrodomestici ad alta efficienza energetica ha infatti a cuore sia il benessere del pianeta (in quanto questi elettrodomestici rilasciano molte meno scorie rispetto a quelli comunemente usati fino ad alcuni anni fa), sia il rinvigorimento del proprio portafoglio, dal momento che la bolletta dell’elettricità sarà molto più contenuta.

Perché mai bisognerebbe sborsare somme considerevoli ogni anno per le bollette quando si può benissimo risparmiare sui consumi stando attenti alla classe energetica degli elettrodomestici?

A questo punto avrete capito perché scegliere gli elettrodomestici a alta efficienza energetica, ma vi starete forse chiedendo come fanno questi a consumare di meno. Il motivo è semplice: questi elettrodomestici sono realizzati con materiali all’avanguardia che consentono al flusso energetico di propagandarsi ove necessario senza che si presentino dispersioni. Inoltre ci sarà un sovraccarico inferiore a livello di potenza e questo contribuirà ad evitare aumenti di dispendio energetico non necessari ai fini delle prestazioni. Tutto ciò porta ai ridotti consumi degli elettrodomestici di classe a e, di consueguenza, ad un contenimento interessante dei costi in bolletta.

Chiariamo quali sono le varie classi di consumo energetico

Alla luce di quello che abbiamo appena visto, vi siete decisi a cambiare quella lavatrice o quel frigorifero che avete in casa da anni? Per acquistare un elettrodomestico che sia davvero ad alta efficienza energetica, dovete però essere ben informati su quelle che sono le varie classi energetiche (ricordate che la classe di consumo dev'essere riportata per legge sull'etichetta energetica dell'elettrodomestico). Dopo aver chiarito perché scegliere gli elettrodomestici a alta efficienza energetica è importante e comporta un risparmio non da poco, facciamo un po' di chiarezza su quest’altro punto.

Ad esempio, confrontando vari elettrodomestici, vedrete come alcuni hanno classe energetica A+, altri A++, altri ancora AA e AAA. Cosa vuol dire tutto questo? Sostanzialmente che i consumi degli elettrodomestici di classe A (che è la classe migliore) non sono tutti uguali: alcuni consumano un po' di più, altri un po' di meno.

Gli elettrodomestici di classe A ammettono un consumo massimo incluso tra 263 e 344 kWh/anno, quelli di classe A+ un consumo incluso tra 188 e 263 kWh/anno, mentre quelli di classe A++ un consumo annuo inferiore a 188 kWh/anno.

Quelli che abbiamo elencato sono, a titolo di esempio, i consumi riferiti ad un frigorifero: bisogna poi considerare che i valori di consumo cambiano a seconda dell'elettrodomestico preso in esame, fermo restando che la classe A++ è sempre quella meno dispendiosa dal punto di vista energetico.

Occorre inoltre fare una precisione importante, in quanto spesso molti fanno confusione per quanto riguarda le varie classi degli elettrodomestici, ovvero:

  • A+ e A++ sono classi applicabili solo ai frigoriferi e congelatori
  • AA e AAA sono classi applicabili solo a lavatrici e lavastoviglie.

Quanto consumano gli elettrodomestici di classe B o C

Per farvi capire meglio quanto si può risparmiare e perché scegliere gli elettrodomestici a alta efficienza energetica, vediamo ora quali sono i consumi degli elettrodomestici di classe B o C.

Sempre prendendo come esempio il nostro frigorifero, i consumi di classe B sono compresi fra i 300 e 400 kWh, mentre quelli di classe C fra 400 e 560 kWh. Rispetto ad una classe A++ c'è una bella differenza.

Consumi elettrodomestici classe A: alta efficienza energetica e detrazione

Oltre al risparmio sulle bollette e al minor impatto sull'ambiente, può esserci anche un altro ottimo motivo che rientra fra i perché scegliere gli elettrodomestici a alta efficienza energetica, in particolare quelli di classe A+: la detrazione fiscale!

Esiste infatti un'agevolazione fiscale per chi acquista elettrodomestici ad alta efficienza energetica: a partire dalla classe A+ (o dalla classe A nel caso dei forni) si può usufruire del bonus mobili ed elettrodomestici. Si tratta di una detrazione del 50% che si applica nel caso di acquisto degli elettrodomestici a seguito di ristrutturazione di un immobile.

Come risparmiare ulteriormente sulle bollette

Fare attenzione alla classe energetica degli elettrodomestici è sicuramente un ottimo modo per risparmiare sui consumi e quindi alleggerire gli importi delle bollette. Ma, oltre a questo, bisogna prestare attenzione anche ad un altro aspetto: il tipo di offerta e la scelta del fornitore. Oggi le possibilità di risparmiare non mancano di certo: basta solo confrontare bene le varie offerte e scegliere con oculatezza! Per farlo potete sfruttare il nostro comparatore di tariffe dedicato ai distributori di energia elettrica.

Arianna Bessone

Arianna Bessone