Pressione caldaia alta: conseguenze e interventi

Pressione caldaia alta: conseguenze e interventi

Regolare la pressione caldaia alta, sapere come comportarsi qualora la pressione della caldaia raggiungesse temperature troppo elevate, è molto importante, così come capire se è il caso di provare a intervenire in autonomia o se è meglio richiedere l’aiuto e l’intervento da parte di un tecnico esperto e competente che sappia esattamente dove mettere le ami al fine di riuscire a risolvere la problematica in breve tempo. Sia la pressione troppo bassa sia la pressione caldaia alta rappresentano un problema, in quanto la caldaia deve avere una temperatura che rientra in un determinato range, altrimenti sia che sia bassa sia se è troppo alta si potrebbero presentare talune problematiche sulle quali si rende spesso indispensabile l’intervento di un tecnico esperto, quindi qualora ti accorgessi che c’è qualcosa di trano tutto quello che devi fare è chiedere assistenza contattando la ditta che ti ha montato la caldaia, in modo che un esperto possa capire insieme a te al telefono intanto la natura del problema, e decidere se si tratta di una problematica sulla quale tu puoi intervenire autonomamente, con la sua guida telefonica, oppure se rende necessario l’intervento fisico da parte di un addetto all’assistenza tecnica che possa venire nella tua abitazione ove è presente la caldaia al fine di ripararla e rimetterla correttamente in funzione, in modo che tu possa godere dell’acqua calda in qualunque momento senza che si verifichino più problemi. Infatti, sia che la pressione sia bassa sia qualora fosse alta, ci si deve interrogare su cosa potrebbe succedere si negativo: sapere esattamente cosa succede se la pressione della caldaia è troppo alta, quali sono per la pressione caldaia alta conseguenze che si potrebbero verificare, e anche ovviamente per la pressione eccessivamente bassa, è fondamentale. Capita più spesso che si verifichi la pressione caldaia alta anziché bassa, e infatti su tale eventuale problematica ci concentreremo in questo articolo, in quanto è anche uno dei problemi che potrebbero portare a danni più gravi, quindi qualora capissi che è successo un guasto e quindi ti stessi chiedendo cosa fare se la pressione della caldaia è alta, non ti preoccupare, in quanto cercheremo di darti le risposte più esaustive possibili in modo da aiutarti a risolvere ogni tuo dubbio e interrogativo. Nel caso della pressione della caldaia troppo alta, che sfora quindi dal range di temperatura ritenuto accettabile, si rischiano danni anche elevati, il cui costo per la riparazione sarebbe anch’esso alto, quindi il consiglio, come abbiamo anticipato, è di prevenire anziché curare, quindi qualora ti rendessi conto che c’è anche solo qualcosa di minimo che non funziona correttamente chiama subito il servizio di assistenza alla clientela della ditta presso la quale hai acquistato la caldaia. Solitamente, per una caldaia che funziona bene, la pressione della caldaia dovrebbe rientrare tra 1,2 e 1,5 bar e sono soprattutto le caldaie già datate e con molti anni di attività alle spalle che presentano una maggiore possibilità che la pressione rischi di alzarsi, ma è anche vero che effettuando una corretta e regolare manutenzione, senza saltare gli appuntamenti annuali, le possibilità che si possano verificare dei guasti si riducono e anche molto, quindi ricordati sempre di non saltare gli appuntamenti dedicati alla manutenzione della tua caldaia, in quanto durante tali incontri nel caso in cui i tecnici si accorgessero di talune problematiche possono intervenire tempestivamente prima che la pressione caldaia alta possa raggiungere troppi bar e quindi rappresentare un reale problema.

Voglio sapere in caso di pressione caldaia alta conseguenze che si possono verificare, e cosa fare

Se vuoi procedere in autonomia, quindi senza rivolgerti obbligatoriamente a un tecnico specializzato, per eseguire il settaggio della pressione della caldaia, quello che devi tenere sotto controllo e analizzare è il presente nella parte frontale della caldaia: se la lancetta è osta tra 1,2 e 1,5 bar allora è tutto a posto, mentre qualora superasse gli 1,5 allora è il caso di pensare al fatto che la pressione caldaia alta potrebbe rappresentare un problema, ed è il caso di mettersi in contatto con l’assistenza clienti al fine di capire se e come procedere. Se vuoi sapere cosa fare se la pressione della caldaia è alta, la prima cosa da fare è cercare di abbassarla usando il rubinetto di scarico oppure le apposite valvoline di sfiato che si possono trovare ai lati dei termosifoni. Aprire le valvole e fare fuoriuscire un po' d’acqua e la possibile aria accumulata, fino a quando vedrai che la lancetta del barometro segna i livelli di bar che sono considerati corretti. E’ possibile tuttavia che tale operazione non sia sufficiente e quindi ci si chieda cosa succede se la pressione della caldaia è troppo alta e non si riesce ad abbassarla manualmente: in questo caso bisogna contattare l’assistenza, in modo da avere la sicurezza che interverrà un tecnico esperto e quindi non si presenteranno più problemi.

Arianna Bessone

Arianna Bessone