Previsione andamento tassi mutui: cosa aspettarsi dai tassi di interesse

Previsione andamento tassi mutui: cosa aspettarsi dai tassi di interesse

Se hai finalmente deciso di fare il grande passo e di scegliere un mutuo per acquistare la casa dei tuoi sogni allora ti conviene approfondire l’argomento il più possibile così da non farti mai prendere in contropiede. Chiaramente fare una previsione dell’andamento dei prestiti e dei tassi dei mutui potrebbe esserti molto utile e potrai farlo utilizzando una serie di strumenti. Quando decidi di stipulare un mutuo dovrai comunque per prima cosa scegliere tra mutuo a tasso fisso e mutuo a tasso variabile. Si tratta di una decisione davvero molto importante che avrà un impatto diretto sulla tua vita e sul bilancio familiare, meglio quindi essere ben informati sulle condizioni del mercato dei finanziamenti. Effettuare una previsione andamento tassi mutui variabili o una previsione andamento tassi mutui fissi potrebbe aiutarti a scegliere il regime di tasso d’interesse secondo le tue esigenze. Tieni conto che generalmente i mutui a tasso fisso sono l’ideale se sei una persona non disposta a correre rischi, viceversa il mutuo a tasso variabile potrebbe essere perfetta se sei uno che ama il rischio.

Le previsioni tassi mutui Euribor a 5 anni

Parando di previsione andamento tassi mutui e di mutui in generale ti sarà già sicuramente capitato di sentir nominare l’Euribor. Stiamo parlando del tasso interbancario di offerta in euro, un tasso che tiene conto dell’interesse medio delle transazioni finanziarie in valuta euro. L’Euribor viene calcolato su base quotidiana e rappresenta il riferimento per definire il tasso d’interesse variabile per i mutui. Come già saprai non esiste un Euribor unico e il tasso di riferimento viene indicato con un numero accanto a indicare la durata dei mesi del tasso medio. Le previsioni tassi mutui Euribor sono chiaramente legate alle politiche monetarie decise dalla Bce. Se fin qui è tutto chiaro allora basterà continuare la lettura per avere maggiori informazioni sulla previsione andamento tassi mutui così da avere in mano tutti gli strumenti utili per decidere. L’Euribor comunque è un tasso di interesse che viene utilizzato come parametro di indicizzazione dei mutui ipotecari a tasso variabile. A partire dal gennaio 1999 Euribor ha sostituito gli indici nazionali e viene calcolato e aggiornato ogni giorno dalla Federazione Bancaria Europea sulla base di tassi di deposito interbancario ovvero sulla media semplice delle quotazioni rilevate da un gruppo di banche del panorama creditizio europeo e mondiale. L’Euribor, proprio come l’altro indice di riferimento Eurirs, cambia ogni giorno e andrà quindi monitorato con estrema attenzione. Con un Euribor basso molti mutuatari preferiscono assumersi una porzione di rischio scegliendo il mutuo a tasso variabile e facendo una previsione dell’andamento dei tassi dei mutui.

Le previsioni Eurirs per i mutui a tasso fisso

L’altro indice di riferimento è l’Interest Rate Swap (Eurirs) ed è il tasso di scambio sulla base del quale avvengono gli accordi per i pagamenti a lungo termine. I mutui ipotecari hanno una durata media di 30 anni e basano l’individuazione del tasso fisso d’interesse sull’Eurirs. Questo tasso, a differenza dell’Euribor, è scollegato dalle politiche monetarie Bce contingenti e rende quindi molto difficile realizzare delle previsioni tassi mutui a medio o lungo termine. Con un Eurirs molto basso sarebbe comunque indicato sottoscrivere un mutuo a tasso fisso. Cercheremo ora di spiegarti come mai Euribor e Eurirs impattano sui mutui.

Come Eurirs e Euribor influenzano i mutui

Alla luce di tutto questo appare evidente che con un tasso Eurirs positivo influenza direttamente in meglio il mutuo nel suo complesso. Le fluttuazioni dell’Euribor invece espongono a condizioni favorevoli o meno il mutuatario. Questo significa che con l’Euribor si potrà dire solo a fine piano ammortamento se il tasso variabile è risultato più conveniente rispetto al tasso fisso. Se vuoi fare una previsione sui mutui dovrai conoscere le previsioni Euribor così da avere degli elementi in più per le mani per scegliere tra tasso fisso e tasso variabile. Per fortuna esistono tutta una serie di strumenti gratuiti online che ti potranno consentire di confrontare in tempo reale i mutui variabili e fissi che puoi sottoscrivere. Dovrai semplicemente compilare il form dei comparatori per poi avviare il confronto.

 

Previsione andamento tassi mutui fissi o variabili: quale tipo scegliere?

Fare una previsione andamento tassi mutui variabili o fissi è una condizione necessaria per la scelta. Scegliere un tasso variabile come abbiamo visto significa accettare che la rata possa scendere o salire di mese in mese. Al contrario con il tasso fisso si congelerà per tutto il piano di ammortamento il livello di interesse concordato al momento della stipula. Devi sapere che il tasso di un mutuo è composto dallo spread, ovvero dal margine che l’istituto di credito applica, e dall’andamento del costo del denaro e dell’inflazione. Questi tassi indicano in sostanza il costo del denaro all’ingrosso, ovvero quanto costa alle banche prendere a prestito il denaro da altre banche o dalla Bce per delle brevi scadenze. Il mutuo a tasso fisso è infatti associato all’indice Eurirs corrispondente all’effettiva durata del mutuo.

Arianna Bessone

Arianna Bessone