Pulizia filtri condizionatore: come e perché effettuarla

Pulizia filtri condizionatore: come e perché effettuarla

Negli ultimi anni la diffusione dei condizionatori nelle nostre città è aumentata esponenzialmente al punto che oggi un condizionatore è diventato quasi una presenza familiare in casa. Occorre però saper fare adeguatamente la pulizia filtri condizionatore in modo da farlo funzionare al meglio e aumentarne la durata in modo significativo. La pulizia e la manutenzione degli elettrodomestici è davvero molto importante, per questo ogni volta che la stagione estiva si avvicina dovresti prendere l’abitudine di eseguire una pulizia dei filtri del condizionatore a regola d’arte. Dovrai quindi controllare che i filtri dell’aria condizionata siano in buone condizioni altrimenti rischierai di abbassare la qualità dell’aria che respirerai in casa durante l’uso del condizionatore. Capire come pulire i filtri del condizionatore è quindi assolutamente necessario se non vuoi rischiare di vanificare l’investimento fatto e risucire a ottenere aria pulita risparmiando anche sulla bolletta. Continua la lettura se vuoi capire perché pulire i filtri del condizionatore è così importante e come farla a regola d’arte.

Come pulire i filtri del condizionatore

Se vuoi capire come si eseguire una buona pulizia dei filtri del condizionatore parti dal presupposto che il filtro svolge un ruolo assolutamente fondamentale nel suo corretto funzionamento. Oltre a evitare la comparsa di cattivi odori durante il funzionamento, la pulizia filtri condizionatore ti consentirà anche di migliorare le prestazioni energetiche riducendo i consumi. Non solo, se capirai come pulire i filtri del condizionatore correttamente ridurrai anche la possibilità di maturare disturbi respiratori se sei allergico a polline o polveri. Non dovrai contattare degli specialisti che eseguano la pulizia filtri condizionatore al posto tuo in quanto stiamo parlando di un’operazione piuttosto semplice che richiede solamente pochi minuti. Di solito la pulizia dei filtri del condizionatore andrebbe fatta una volta al mese ma la frequenza di questi interventi dipende soprattutto dalla tipologia di dispositivo e dalle situazioni ambientali. Ma come pulire i filtri del condizionatore? Il primo passo è assicurarsi che il dispositivo sia stato correttamente spento così da scongiurare il rischio che possa azionarsi durante le operazioni di pulizia. Dovrai fare la pulizia filtri condizionatore senza utilizzare prodotti chimici e detergenti abrasivi in quanto rischieresti di rovinare le fibre del filtro abbassando poi la qualità dell’aria. Se ti chiedi perché pulire i filtri del condizionatore allora avrai già capito che sarà anche l’unico modo per mantenere un ambiente igienico e sempre privo di odori in casa. Se vuoi essere assolutamente certo che le operazioni di pulizia dei filtri del condizionatore avvengano a regola d’arte almeno per le prime volte potresti contattare un’impresa. Sappi comunque che una volta che avrai imparato esattamente come fare le singole operazioni potrai eseguire la pulizia periodica in completa autonomia. Nel caso tu dovessi avere un condizionatore split per eseguire la pulizia filtri dovrai prima smontarlo e risciacquarlo con abbondante acqua calda. In caso di condizionatore d’aria canalizzato le procedure sono leggermente più complesse in quanto i filtri si trovano nel retro dell’apparecchiatura. Per smontare i filtri dovrai quindi alzare parte del tetto ma tieni presente che alcuni modelli di condizionatori canalizzati non dispongono di filtri lavabili e quindi dovrai sostituirli con dei filtri nuovi ogni volta. Ricordati anche che, oltre alla pulizia dei filtri del condizionatore, dovrai eseguire anche la pulizia del motore esterno. Per farlo ti basterà spazzolare il motore con una scopa e poi lavarne la superficie con acqua e sapone. Almeno una volta ogni due anni poi, dovrai controllare anche il livello del liquido refrigerante e, quando necessario, cambiarlo. In questo caso dovrai per forza di cose contattare un tecnico specializzato in quanto, in nessun modo, potrai effettuare il cambio del liquido da solo.

Quando fare la pulizia filtri condizionatori

Ma perché pulire i filtri del condizionatore e quando bisogna esattamente eseguire la pulizia dei filtri? Le tempistiche chiaramente cambiano a seconda di diversi fattori che includono l’utilizzo e l’ambiente. Se vuoi prevenire l’intasamento dei filtri dovresti per quanto possibile evitare di superare le ore di utilizzo che sono indicate nel manuale di manutenzione. La frequenza della pulizia filtri condizionatore dipende chiaramente anche dalla tipologia d’aria che viene catturata dall’esterno. Ne consegue che se abiti in città o comunque in zone ad elevato tasso di inquinamento dovrai pulire i filtri con una maggiore frequenza, sia per la tua sicurezza sia per abbassare la bolletta dell'energia elettrica (che altrimenti sarebbe più alta, dal momento che l'impianto dovrebbe lavorare di più se sono sporchi i filtri e di conseguenza consumerebbe di più). Se vuoi sapere perché pulire i filtri del condizionatore sappi che non facendolo aumenterai il rischio di soffrire di diversi disagi che vanno da consumi energetici maggiori fino a cattivi odori persistenti. Soprattutto se utilizzi l’impianto condizionatore molto spesso dovresti ricordarti di sanificare i condizionatori anche per prevenire la legionellosi e rimuovere gli allergeni dovuti alla polvere che possono causare dermatiti, riniti, secchezza oculare o nevralgie. Se non si esegue la pulizia dei filtri del condizionatore, i filtri finiscono per accumulare polvere e sporcizia e per diffonderla nell’aria. Dall’aria la polvere si accumula silenziosamente nelle vie respiratorie e nei polmoni causando fastidi come bronchiti o riniti. Soprattutto i fumatori dovranno fare particolare attenzione a eseguire la pulizia filtri condizionatore in quanto il fumo finisce per sporcare più rapidamente tutte le componenti interne del condizionatore.

Arianna Bessone

Arianna Bessone