Radiatore svedese: il riscaldamento a basso consumo

Radiatore svedese: il riscaldamento a basso consumo

Il moderno radiatore svedese offre numerose e interessanti opportunità, oltre a grandi vantaggi, ma è importante capire non solo i radiatori svedesi come funzionano ma anche quali sono in merito sempre al radiatore svedese opinioni da parte degli altri utenti, in modo da capire se può effettivamente rispondere a quelle che sono le proprie esigenze e necessità o meno, e adeguarsi di conseguenza decidendo se procedere al suo acquisto o no. Come prima cosa bisogna capire, prima ancora di comprendere i radiatori svedesi come funzionano, cosa siano: essi sono dei nuovi e speciali termoconvettori elettrici a basso consumo (infatti sarebbe corretto parlare di radiatore elettrico svedese basso consumo, qualora si volesse dare una definizione esatta). Il radiatore svedese p composto da una resistenza nuova e di ultima generazione che è rivestita da una speciale pasta di tipo termo-ceramico che è presente all’interno di un apposito dissipatore, costituito da alluminio. L’aria risale dentro il radiatore e fuoriesce nella stanza ove è posizionato tale radiatore. E’ importante sapere che, a differenza degli altri prodotti presenti sul mercato, nel radiatore svedese l’elemento riscaldante presenta una superficie di scambio superiore oltre 3 volte quella di un comune radiatore, ed è importante comprendere nei radiatori svedesi come funzionano tali ingranaggi, i quali entrano in funzione a temperature poco elevate, all’incirca intorno a 80°.

I vantaggi del radiatore elettrico svedese basso consumo che utilizza tale meccanismo di funzionamento sono principalmente 3: il suo consumo rimane molto contenuto grazie a tali processi che comportano una ottimizzazione a livello energetico, inoltre l’ossigeno non viene bruciato così come neanche la polvere, e inoltre l’aria calda o tiepida che fuoriesce riscalda in modo uniforme la stanza (senza stratificarsi solo verso l’alto). Inoltre un altro grande vantaggio del radiatore elettrico svedese basso consumo è che anche dopo tanti anni di utilizzo il suo rendimento non cambia e continua sempre a garantire eccellenti prestazioni, oltre al fatto che grazie alla sua moderna tecnologia anche l’installazione è molto semplice e non richiede grandi competenze, oltre a non richiedere manutenzione, quindi basta acquistarlo, si potrà installare in autonomia e anche dopo tanti anni avrà un elevato rendimento senza richiedere una manutenzione costante, il che è sicuramente un elemento molto importante a suo vantaggio. Inoltre, e questo è bene specificarlo, tutti i radiatori svedesi presentano una garanzia per 3 anni, quindi qualora si presentassero dei difetti di fabbricazione si potrà richiedere che vengano riparati o che il radiatore venga sostituito, facendo per l’appunto valere la garanzia, ed è anch’esso un elemento che fa sì che sul radiatore svedese opinioni siano molto positive, in quanto poter contare su una valida garanzia è molto importante e fa sicuramente anche stare molto più tranquilli.

I radiatori svedesi come funzionano e come ottimizzare e prestazioni

Per ottimizzare il sistema e il suo funzionamento, in modo da garantire una temperatura costante e far sì che non ci siano grandi sbalzi di temperatura il consiglio è quello di non spegnere il radiatore, bensì lasciarlo in funzione o impostato sullo zero, ma senza staccare la spina se possibile (anche se questo è ovviamente a discrezione di coloro che lo utilizzano), compile anche il fatto che qualora si desideri si potrà impostare il radiatore con numerose altre funzioni, come quella antigelo automatica. L’innovativo, moderno ed efficiente termostato elettronico è un grande elemento distintivo del radiatore svedese, ed è ciò che lo sta portando ad essere così richiesto da parte dei clienti, tanto che ormai in commercio se ne trovano infatti vari e di molti modelli, mentre fino ad alcuni anni fa erano rari e si dovevano acquistare molto tempo prima, con una disponibilità limitata anche di modelli. Il termostato presenti sui radiatori consente di effettuare un confronto preciso e minuzioso della temperatura sia in entrata dal basso sia di quella che è stata preimpostata, e qualora vi fosse una differenza tra le due temperature si attiva la resistenza, il radiatore entra in funzione e così si potrà avere la temperatura che si desidera all’interno della stanza. A differenza infatti dei radiatori tradizionali che si occupano di riscaldano l’ambiente in cicli che si alternano ogni circa dieci minuti e si possono presentare frequenti sbalzi a livello della temperatura, i quali portano a un maggiore consumo a livello energetico, con i radiatori svedesi questo problema non si presenterà, in quanto la temperatura verrà mantenuta costante e non ci sarà alcuna variazione che supererà il singolo grado.

Se possiamo darti un consiglio, al momento di scegliere il radiatore elettrico svedese basso consumo da acquistare, non farti prendere dalla fretta, bensì prenditi il tuo tempo per confrontare i vari modelli a disposizione, gira anche diversi negozi, valuta i vari prezzi e magari se ci sono prodotti in promozione, chiedi consigli agli esperti e magari visita anche i forum dedicati all’argomento così da conoscere sul radiatore svedese opinioni da parte degli altri utenti.

Arianna Bessone

Arianna Bessone