Come richiedere il rimborso Vodafone

Come richiedere il rimborso Vodafone

Chiedere il rimborso Vodafone non è complesso e per farlo si devono seguire talune modalità, dal momento che queste si differenziano in base alla tipologia di servizio che si è sottoscritto. La procedura con la quale di presenta la richiesta di rimborso può interessare la fatturazione a 28 giorni e le chiamate accidentali che vengono inviate al servizio di Segreteria telefonica, solo per citare alcuni servizi, ma ve ne sono molti altri. Esiste una speciale delibera, chiamata Agcom 269/18/CONS, la quale definisce i servizi di Internet per la telefonia fissa e mobile che Vodafone deve risarcire al cliente in caso di problematiche, nel caso in cui il cliente abbia la fatturazione a 28 giorni. La restituzione relativamente ai giorni erosi può essere presentata dal cliente mediante un apposito modulo Vodafone per rimborso.

Quando si presenta tale situazione?

Essa può presentarsi nel caso in cui vengano emesse fatture a cadenza mensile, dal momento che tali fatture non contemplano due giorni al mese e pertanto possono rappresentare un problema per i clienti. Proprio al fine di ovviare tale problema si può presentare una richiesta di rimborso Vodafone relativamente alle fatture che sono state emanate tra il 23 giugno 220271 e l 5 aprile 2018. I clienti che risultavano attivi prima del 5 aprile 2018 e che hanno chiuso la fornitura relativa alla rete fissa a seguito del 23 giugno 2017 hanno anch’essi la possibilità di chiedere il rimborso Vodafone per disservizi.

Come richiedere rimborso Vodafone in merito alla fatturazione a 28 giorni

A seguito dei vari ricorsi presentati da Vodafone e da altre società, e dopo che essi sono stati respinti, il Consiglio di Stato ha emanato una sentenza che indica come i clienti debbano essere risarciti relativamente alla fatturazione a 28 giorni. Tale rimborso avviene in modalità automatica da parte di Vodafone, senza che gli utenti debbano presentare una richiesta scritta. Se ti stai chiedendo come richiedere rimborso Vodafone per la fatturazione a 28 giorni, devi sapere che ti puoi recare sul sito di Vodafone nella sezione specifica per la richiesta di rimborso e inserire i tuoi numeri per la rete fissa e mobile. In tal modo Vodafone ha la possibilità di ricontattare i clienti al fine di parlare con loro della problematica e della possibilità di rimborso. In alternativa, nel caso in cui si desiderasse contattare telefonicamente il servizio di assistenza alla clientela si dovrà comporre il numero 42591, chiamando da rete fissa.

Ci sono modalità differenti per altre situazioni?

Sì, nel caso in cui si fosse clienti privati o aziendali con Vodafone o di TeleTu con una linea fissa che è cessata a seguito del 23 giugno 2017 si potranno presentare richieste di rimborso differenti. I clienti privati avranno la possibilità di contattare la società al fine di chiedere il rimborso Vodafone inviando una lettera con raccomandata A/R alla Casella Postale 190 – 10015 Ivrea oppure una Pec a disdette@vodafone.pec.it.  I clienti privati e aziendali in possesso di una linea fissa potranno inviare una Pec a vodafoneomnitel@pocert.vodafone.it.

I clienti privati possono richiedere il rimborso compilando il modulo Vodafone per rimborso e mandandolo mediante una raccomandata A/R alla Casella Postale 190 – 10015 Ivrea inserendo come causale Rimborso fatturazione 28 giorni cliente disattivo, oppure nel caso in cui decidano di mandare una Pec devono indicare sia il codice cliente sia un numero di telefono che Vodafone può usare al fine di mettersi in comunicazione con loro. I clienti aziendali che hanno attivo un contratto con Vodafone hanno la possibilità di chiedere un rimborso Vodafone sia scrivendo una lettera con raccomandata sia mandando una Pec, e in tal caso dovranno indicare il proprio codice cliente e il proprio numero telefonico, o in alternativa possono compilare il modulo online e inviarlo. Infine troviamo coloro che sono stati clienti TeleTu, i quali hanno la possibilità di presentare una richiesta di rimborso Vodafone per disservizi inviando una lettera con raccomandata A/R all’indirizzo Servizio Clienti Casella Postale 1022 – 88046 San Pietro Lametino (CZ), indicando nella causale Rimborso fatturazione 28 giorni cliente disattivo. Al momento dell’invio della richiesta devono indicare talune informazioni, quali il proprio numero di telefono e il codice cliente che si trova riportato sulla fattura.

Come si sa se la richiesta è andata a buon fine

L’esito della richiesta per accedere al rimborso Vodafone viene comunicato in automatico a seguito dell’inserimento dei dati online e il riscontro che si ottiene può essere positivo oppure negativo. Nel caso in cui sia negativo si riceverà una notifica ove sarà indicato il rifiuto del rimborso, mentre qualora questo sia accettato si visionerà una schermata ove saranno presenti tre opzioni, tra le quali il cliente dovrà indicare quella che preferisce per l’erogazione del rimborso. Potrà scegliere tra l’accredito nelle prime tre fatture utili, uno sconto sulla fattura oppure la possibilità di accedere a una offerta Vodafone gratuitamente per un periodo di tempo prestabilito.

Nel caso in cui si voglia presentare la richiesta di rimborso per la segreteria telefonica, questo può essere richiesto solo da coloro che sono clienti Vodafone e che hanno uno smartphone Apple iPhone, il quale non consente la disattivazione manuale del servizio di segreteria, e per ottenere il rimborso Vodafone si può contattare il servizio di assistenza alla clientela.

Arianna Bessone

Arianna Bessone