Il riscaldamento a infrarossi fa male?

Il riscaldamento a infrarossi fa male?

Hai raccolto delle informazioni sulle diverse tipologie di riscaldamento e ti chiedi se il riscaldamento a infrarossi fa male e quanto consuma? E’ comprensibile in quanto stiamo parlando di una tipologia di riscaldamento molto più rapida rispetto ai sistemi di tipo tradizionale. Proprio così, i pannelli radianti hanno una elevata velocità di riscaldamento che li rende molto più veloci rispetto a tutte le altre fonti riscaldanti come i termosifoni o i radiatori a convenzione. Di solito saranno sufficienti semplicemente 3-5 minuti per riscaldare l’ambiente. I modelli di riscaldamento a infrarossi in fibra di carbonio sono poi ancora più efficaci e in questi casi il calore si percepisce un istante dopo aver acceso l’apparecchio. La paura di acquistare riscaldamento a infrarossi dannoso è comprensibile ma potrai dormire sonni tranquilli in questo senso.

Riscaldamento a infrarossi controindicazioni

Molti sostengono che il riscaldamento a infrarossi fa male ma si tratta di qualcosa di poco o nulla aderente alla verità. In realtà infatti è stato ampiamente dimostrato come sia assolutamente falso sostenere che il riscaldamento a infrarossi fa male. La dannosità dei raggi infrarossi infatti è nulla rispetto alle reti wireless che oramai sono presenti in qualsiasi casa. Molti comunque continuano ad additare il riscaldamento a infrarossi ma non certo dal punto di vista della sicurezza quanto dal punto di vista dell’efficacia legata a un discorso di posizionamento. Sostenere che il riscaldamento a infrarossi fa male è quindi del tutto falso e questo significa che potrai acquistare un dispositivo di riscaldamento a infrarossi senza rischiare assolutamente nulla. Considera poi che ogni pannello a infrarossi ha una potenza specifica e un’area massima di irraggiamento che dovrai analizzare nel dettaglio prima dell’acquisto. Se non lo farai infatti, correrai il rischio di ritrovarti con un apparecchio poco performante e poco potente che non riuscirà a riscaldare nel modo giusto tutti gli ambienti domestici. Dovresti anche tener presente che, a differenza di altri sistemi con diffusione in più stanze, dovrai installare almeno un termoarredo elettrico per ogni stanza se vorrai avere dei risultati accettabili. Chi possiede una casa con molte stanze potrebbe vedere questo aspetto come uno svantaggio. Sempre parlando di riscaldamento a infrarossi controindicazioni e svantaggi andranno analizzati con estrema attenzione. Ad esempio se deciderai di posizionare il tuo pannello dietro una porta dovrai anche ricordarti di tenere sempre la porta chiusa così che possa irradiare in modo corretto corpi e oggetti in camera. Qualora nella stanza ci fosse un ostacolo di grandi dimensioni tra il punto in cui ci si trova e il pannello radiante, potrebbero esserci dei problemi nella diffusione e percezione del calore. Infine tra le controindicazioni legate agli impianti di riscaldamento a infrarossi dovrai anche considerare l’investimento iniziale elevato. Con il tempo comunque riuscirai senza problemi a recuperare il tuo investimento. Infine, considera che per ottenere i migliori benefici con questa tipologia di riscaldamento dovrai avere una casa con classe di isolamento non inferiore alla classe C. Se ad esempio ha una casa con una classe inferiore a D dovresti eseguire dei lavori di isolamento come la coibentazione se vorrai utilizzare un riscaldamento a infrarossi. Stai comunque sempre attento a calcolare le dimensioni delle stanze in cui intendi posizionare il riscaldamento a infrarossi.

Riscaldamento a infrarossi dannoso o vantaggioso?

Hai appena potuto verificare come sostenere che il riscaldamento a infrarossi fa male sia una frase sostanzialmente falsa. Sappi che questo sistema di riscaldamento a infrarossi riesce a percorrere distanze molto maggiori rispetto ai sistemi di riscaldamento tradizionali a convenzione. Non solo, i pannelli radianti sono anche molto facili da montare e da mettere in funzione, questo significa che per azionarli non dovrai prima eseguire lavori idraulici o altre operazioni complesse. Dovrai semplicemente realizzare due fori di   problemi. Altro vantaggio concreto che non dovresti per nessun motivo sottovalutare è che durante l’accensione lo spegnimento il riscaldamento a infrarossi non emette suoni né odori. Riepilogando quelli che sono i vantaggi dei pannelli possiamo nominare una maggiore efficacia nel riscaldamento rispetto ai sistemi tradizionali, un risparmio fino al 30% rispetto alle stufe a gas e un recupero fino al 50% con la detrazione fiscale. Con gli impianti di riscaldamento a infrarossi non dovrai fare alcuna manutenzione per mantenere il sistema sempre efficiente e avrai costi zero per quanto riguarda installazione e montaggio. Se pensi che il riscaldamento a infrarossi fa male devi quindi per forza di cose cambiare idea. Tieni anche conto che questi sistemi non producono le polveri e le microparticelle dei condizionatori e questo favorisce anche la riduzione del rischio della formazione di muffe in inverno.

In conclusione se vivi in una casa con classe di isolamento C o superiore e se hai un numero di stanze non troppo elevato dovresti scegliere con grande sicurezza un impianto di riscaldamento a infrarossi. In questo modo potrai abbattere molti dei costi legati al riscaldamento senza perderne in comfort.

Arianna Bessone

Arianna Bessone