Bonus sociale luce: come richiederlo per risparmiare in bolletta

In Risparmio energetico
Bonus sociale luce

Con l’arrivo dell’inverno, le famiglie italiane sono alle prese con il riscaldamento delle proprie abitazioni e, di conseguenza, con la bolletta della luce. Il bonus sociale luce è un’agevolazione che il Governo mette a disposizione delle famiglie in condizioni di difficoltà economica o fisica, per aiutarle a far fronte alle spese sostenute per il riscaldamento.

Il rincaro delle bollette di luce e gas in Italia è un problema che riguarda molte famiglie e che si è aggravato negli ultimi tempi a causa dell'aumento dei costi delle materie prime e della guerra in Ucraina. La situazione in Ucraina infatti ha portato alla diminuzione del flusso di gas naturale che arriva in Europa dalla Russia, aumentando così il prezzo del gas.

Il bonus sociale elettrico è stato messo a disposizione proprio a causa di questi aumenti, che hanno avuto un impatto negativo sulle famiglie italiane, molte delle quali già soffrivano la crisi economica. Molti infatti non riescono a far fronte alle spese mensili e sono costretti a tagliare altre spese per poter pagare la bolletta della luce e del gas.

In questo articolo parleremo del bonus sociale luce, vi daremo tutte le indicazioni necessarie, e una volta letto tutto, avrete ben chiaro come richiedere bonus sociale elettrico.

Che cos è il bonus sociale energia elettrica

Il bonus sociale energia elettrica è stato introdotto dal Governo con l'obiettivo di ridurre il costo dell'energia elettrica per le famiglie e le imprese. In particolare, il bonus sociale luce prevede la riduzione dell'aliquota degli oneri generali di sistema per i consumatori finali di energia elettrica che presentano una determinata situazione di disagio. Tale riduzione è calcolata in base alla potenza impegnata e alla fascia di consumo.

Il piano di intervento nazionale del bonus sociale luce punta ad agevolare cittadini e microimprese mediante la riduzione delle aliquote degli oneri generali di sistema. Si tratta di un provvedimento che mira a risolvere il problema della povertà energetica, favorendo coloro che hanno difficoltà a far fronte al pagamento delle bollette.

Questi interventi sono finalizzati ad agevolare la situazione di coloro che hanno difficoltà a pagare le bollette, favorendo anche il risparmio energetico e la riduzione delle emissioni di CO2.

Vediamo adesso quali sono nello specifico le agevolazioni messe in atto con il bonus sociale luce, per contenere i rincari: prima di tutto figura un intervento di riduzione dell’Iva al 5% sulle bollette del gas per utenze domestiche e non domestiche, l’annullamento degli oneri generali di sistema per le utenze in bassa tensione, per altri usi, con potenza fino a 16,5 kW, l’azzeramento degli oneri generali di sistema nel caso del gas naturale, sia per le utenze domestiche che non domestiche, la possibilità di dividere il pagamento delle bollette in 10 rate mensili e il potenziamento del bonus luce e gas per gli utenti domestici che vertono in condizioni economicamente svantaggiate o in gravi condizioni di salute.

Come richiedere bonus sociale elettrico

Il bonus sociale luce è una agevolazione economica rivolta ai nuclei familiari a basso reddito. Per richiederlo non è più necessario presentare una richiesta di bonus sociale luce con dichiarazione Isee presso gli sportelli dell’Inps, come avveniva una volta, in quanto il sistema è stato automatizzato. Infatti il bonus sociale elettrico sarà ricevuto in automatico tramite sconto in bolletta, ove ci siano soddisfatti i requisiti indispensabili per riceverlo.

L’unica cosa che bisogna fare per ricevere il bonus sociale energia elettrica, è la compilazione del modello Isee per essere sicuri che sia valido per l’ottenimento dello sconto. Per quanto riguarda invece, il bonus sociale luce per disagio fisico, la situazione cambia. Come richiedere bonus sociale elettrico per disagio fisico? In tal caso si dovrà presentare una domanda apposita perché si possa usufruire dello sconto automatico in bolletta.

Con il bonus sociale luce potrete risparmiare sulla bolletta della luce e del gas, ma come si calcola l’importo? l’importo del bonus sociale luce è calcolato in base alla situazione reddituale e alla composizione del nucleo familiare. Può arrivare fino a un massimo di 150 euro l’anno per single e famiglie con reddito basso, e fino a 300 euro l’anno per famiglie con reddito medio-basso.

Altri trucchi per risparmiare sulla bolletta

Il bonus sociale luce è un’ottima opportunità per risparmiare sulla bolletta della luce, ma non è l’unico modo per farlo. Vediamo insieme altri trucchi per risparmiare sulla bolletta della luce.

Scegliere un’offerta luce più conveniente, poiché ogni anno le aziende elettriche rivoluzionano le loro offerte, si può scegliere quella più conveniente. Usare meno l’aria condizionata, che risulta uno dei maggiori consumatori di energia elettrica. Cercare di non utilizzarla troppo o di sostituirla con un ventilatore può permettere di risparmiare molto.

Sostituire le vecchie lampadine a incandescenza con quelle più moderne a LED, che consumano molto meno. L’energia solare è una delle fonti di energia rinnovabili più efficienti e meno inquinanti, installare dei pannelli solari può permettere di risparmiare sulla bolletta della luce.

Inoltre, è importante fare attenzione ai piccoli elettrodomestici in stand-by, come ad esempio il televisore o il computer, consumano energia anche quando non vengono utilizzati, perciò assicurarsi di disattivarli completamente quando non servono.

Risparmiare sulla bolletta della luce è importante per tutti, ma è particolarmente utile per le famiglie a basso reddito. Il bonus sociale luce può essere un buon modo per risparmiare sulla bolletta, insieme ad esso è importante cercare di seguire i consigli che abbiamo appena visto per risparmiare ancora di più.

Condividi:

Tags articolo

I più popolari

Non ci sono articoli

Cerca per tag

Non ci sono tag