Come risparmiare acqua: regole e indicazioni

In Risparmio energetico

Anche a causa del **cambiamento climatico **diventa sempre più importante sapere come risparmiare acqua. La siccità ha infatti creato seri problemi in diverse zone d’Italia e le ondate di calore, sempre più frequenti, rappresentano un serio rischio sistemico per il settore agricolo e non solo. Anche per questo il risparmio acqua è diventato un obiettivo da conseguire quanto prima per minimizzare i danni derivanti dalla siccità.

Per fortuna capire come risparmiare acqua a casa è piuttosto semplice ed è sorprendente vedere quanta se ne potrà risparmiare senza per questo modificare troppo le proprie abitudini di vita. Nei prossimi paragrafi vedremo quindi alcune regole per risparmiare acqua in modo efficace
Regole per risparmiare acqua: tutte i consigli

Capire come risparmiare acqua è essenziale e, fortunatamente, non è difficile. Chi volesse potrà installare il frangigetto, ovvero un piccolo miscelatore posto sul rubinetto che permette di mescolare aria e acqua. In questo modo, ovvero grazie alla semplice installazione del frangigetto, potremo ottenere un risparmio idrico vicino al 50%. Detto in altre parole un nucleo familiare composto da tre persone con il frangigetto potrà risparmiare fino a 6000 litri d’acqua all’anno.

Altro consiglio utile per sapere come risparmiare acqua consiste semplicemente nel **chiudere il rubinetto **quando non serve. Si pensi ad esempio al radersi o al lavarsi i denti, sarà sufficiente aprire il rubinetto solamente quando ci serve l’acqua e non lasciarlo aperto inutilmente. In un solo minuto di rubinetto chiuso potremo risparmiare fino a 10 litri d’acqua.

Per lo stesso motivo sarebbe bene anche intervenire in caso di rubinetti o erogatori gocciolanti. Lo spreco idrico per via di queste perdite potrebbe raggiungere anche i 2000 litri all’anno. Come si vede capire come risparmiare acqua è davvero semplice e questi accorgimenti non sono poi così impegnativi.

Come risparmiare acqua: uso corretto del bagno

Ciò che facciamo ogni giorno chiaramente influisce direttamente sul consumo idrico. Per capire come risparmiare acqua dobbiamo anche iniziare a usare il bagno al meglio. Ad esempio quando ci laviamo dovremmo scegliere la doccia al posto del bagno in vasca. Facendoci la doccia risparmieremo qualcosa come il 75% in meno di consumi, vale la pensa quindi farci un pensierino. Per lo stesso motivo si consiglia di utilizzare nel modo corretto lo scarico del wc.

La cassetta a doppia pulsantiera infatti consente la scelta della maggiore o minore quantità d’acqua da utilizzare. Chi non ha la pulsantiera potrebbe utilizzare l’espediente di inserire una bottiglia piena d’acqua nella cassetta così da ridurre la sua capienza. Se poi vogliamo lavare verdure o piatti potremmo utilizzare un contenitore così da limitare il più possibile il consumo d’acqua corrente.

Come risparmiare acqua: alcuni accorgimenti di buon senso

Quando fa molto caldo tutti consumiamo molta acqua e, soprattutto, utilizziamo molto l’aria condizionata. Un accorgimento molto efficace potrebbe essere non sprecare l’acqua di condensa che viene prodotta dai condizionatori d’aria. Potremo infatti utilizzarla ad esempio per lavare i pavimenti oppure per innaffiare le piante. Per lo stesso motivo quando utilizziamo la lavatrice o la lavastoviglie dobbiamo prendere l’abitudine di farlo in modalità pieno carico e in modalità eco o rapida.

Indipendentemente dal carico infatti questi elettrodomestici consumano tra 80 e 120 litri d’acqua. Come si vede si tratta di indicazioni di buon senso che non avranno alcun impatto diretto sul nostro benessere ma che, se adottati con rigore, daranno una grossa mano nel limitare lo spreco d’acqua. Anche se vogliamo innaffiare le piante sarà conveniente scegliere l’orario giusto per evitare che l’acqua utilizzata evapori subito.

Come risparmiare acqua: acquistare elettrodomestici di classe A++

Se vogliamo capire efficacemente come risparmiare acqua oltre ad adottare alcune buone pratiche dobbiamo anche acquistare elettrodomestici di classe A+ progettati per ridurre il consumo d’acqua. Il prezzo d’acquisto finale potrebbe risultare più alto ma alla fine potremo godere di un maggiore risparmio energetico.

Occorre quindi scegliere con attenzione le marche degli elettrodomestici in quanto due diversi apparecchi di pari prestazioni e classe energetica potranno essere caratterizzati da un differente consumo d’acqua a fronte di risultati molto simili. Consideriamo anche che il detersivo non si scioglie bene se la temperatura di lavaggio si aggira sui 40°. Sarebbe quindi bene seguire le indicazioni del produttore e non utilizzare sempre il programma “eco” in quanto potrebbe richiedere maggior consumo d’acqua a fronte di minore consumo elettrico.

Il consiglio è magari quello di scegliere elettrodomestici dotati di App gratuite che consentono di tenere d’occhio in tempo reale i consumi d’acqua ed elettricità. In altri casi ancora si potrà trasferire il prelievo d’acqua dall’impianto domestico tradizionale al serbatoio d’acqua piovana. In genere gli elettrodomestici di classe energetica A+++ consumano molto di meno rispetto a quelle di classe A e di classe A+.

Insomma, alla luce dei cambiamenti climatici e del surriscaldamento globale mai come ora è diventato importante capire come risparmiare acqua in modo efficace. Anche senza sprecare tempo, ma semplicemente chiudendo il rubinetto oppure utilizzando il buonsenso, potremo concretamente abbattere lo spreco idrico e dare un nostro contributo.

Condividi:

Tags articolo

I più popolari

Non ci sono articoli

Cerca per tag

Non ci sono tag