Quanti watt consuma un deumidificatore

In Risparmio energetico
Quanti watt consuma un deumificatore

Anche a causa del surriscaldamento globale oggi un po' tutti dobbiamo fare i conti con alte temperature soffocanti. Per fortuna esistono oggi apparecchi che ci aiutano a sopportare meglio il caldo come i condizionatori e i deumidificatori, ma quanti watt consuma un deumidificatore? Per rispondere a questa domanda dobbiamo iniziare a definire che cos’è un deumidificatore anche per evitare di fare confusione. Sapere a quanto ammonta il consumo watt deumidificatore è molto utile anche per capire quanto andremo a spendere in bolletta a fine mese. Il deumidificatore è un elettrodomestico estremamente utile per regolare il livello di umidità in casa solo che bisognerà acquistare il modello giusto.

Nei prossimi paragrafi cercheremo di capire a quanto ammonta il consumo deumidificatore kw così da compiere delle scelte consapevoli e migliorare la qualità dell’aria negli ambienti domestici senza per questo impattare eccessivamente sulle prestazioni energetiche.

Quanti watt consuma un deumidificatore? Che aspetti considerare

Il deumidificatore consuma molta meno energia elettrica rispetto al condizionatore a causa delle sue modalità di funzionamento. Se ci chiediamo quanti watt consuma un deumidificatore dobbiamo quindi partire dal presupposto che consuma meno del condizionatore in quanto non deve funzionare per molte ore di fila. I consumi risulteranno più alti nella prima ora e poi andranno a ridursi nelle ore successive. Il consumo watt deumidificatore sarà quindi inferiore rispetto al consumo elettrico di un condizionatore in funzione deumidificatore.

Il consiglio è quindi quello di valutare molto bene il consumo di un climatizzatore deumidificatore poiché forse la soluzione più economica dal punto di vista del consumo dell’energia potrebbe essere acquistare un deumidificatore dedicato. Il consumo deumidificatore kw di un apparecchio dedicato sarà quindi inferiore rispetto a un condizionatore e consentirà di regolare l’umidità in casa senza consumi elevati.

Quanti watt consuma un deumidificatore in un giorno?

Ma quanti watt consuma un deumidificatore esattamente nell’arco di 24 ore di funzionamento? Con un condizionatore acceso per tutta la giornata, come tutti già sanno, i consumi elettrici schizzano davvero in alto. Viceversa potremo utilizzare un deumidificatore anche per tutto il giorno senza per questo provocare consumi di energia eccessivi. Il motivo è che la potenza di un deumidificatore è decisamente ridotta se paragonata a quella di un condizionatore (circa 300 W).

In media comunque se vogliamo sapere quanti watt consuma un deumidificatore dobbiamo considerare che si parla di un consumo d circa 0,3 kWh, ovvero 0,3 kW per ogni ora di funzionamento. Ne consegue che in una giornata di attivazione continua un deumidificatore possa arrivare a consumare anche 72 kWh al giorno. Difficilmente comunque si tiene il deumidificatore acceso tutto il giorno e quindi il consumo finale sarà decisamente più basso.

Consumo deumidificatore kw: come risparmiare

Sapere quanti watt consuma un deumidificatore è importante nell’ottica del risparmio energetico ma dobbiamo sapere che possiamo risparmiare cifre anche importanti seguendo alcuni consigli pratici.

Si consiglia di utilizzare un deumidificatore al posto del condizionatore con funzione di deumidificazione così da abbattere i costi in modo importante e anche di scegliere un deumidificatore della miglior classe energetica possibile. Fatto ciò per capire quanti watt consuma un deumidificatore e provare a risparmiare si consiglia di impostare i giusti parametri di umidità.

In genere il Ministro della Salute consiglia un valore oscillante tra il 40 e il 70% con un livello che in inverno dovrebbe stare tra i 40 e il 50%. Chiaramente oltre a sapere quanti watt consuma un deumidificatore dovremo anche stipulare un contratto con un fornitore a prezzi adeguati. Il consiglio è quello di valutare anche il lato ambientale scegliendo una fornitura a prezzi vantaggiosi con energia da fonti rinnovabili.

Quanti kw consuma un deumidificatore: tutte le info

Se abbiamo deciso di acquistare un deumidificatore dobbiamo scegliere il modello giusto. Esistono infatti due diverse tipologie di deumidificatore: quelli essiccativi e quelli meccanico-refrigerativi. Per quanto riguarda il deumidificatore del primo tipo dobbiamo sapere che utilizzano materiali essiccanti come il gel di silice.

Con questo deumidificatore una ventola spinge l’aria verso il gel che, con una reazione fisica, la trasforma in acqua. Nel caso invece di un deumidificatore meccanico-refrigerativo l’aria verrà spinta dalla ventola in una serpentina di raffreddamento entro cui circola un fluido refrigerante.

A questo punto il vapore acqueo si condensa e l’acqua viene raccolta in un contenitore. Sapere quanti watt consuma un deumidificatore dipende da alcuni fattori. Come abbiamo visto il fattore che incide maggiormente è quello del tempo di utilizzo con una potenza media di 200/300 W. Per capire il costo dovremo moltiplicare il consumo in kWh per il prezzo dell’energia elettrica.

Per capire esattamente quanti watt consuma un deumidificatore possiamo utilizzare un apparecchio chiamato wattmetro. Questo strumento ha un costo medio di 20.30 euro e, collegato alla presa elettrica, permette di verificare i consumi effettivi. Per ridurre un aumento dei consumi negli impianti di riscaldamento e climatizzazione sarà anche essenziale non trascurare l’isolamento termico.

Condividi:

Tags articolo

I più popolari

Non ci sono articoli

Cerca per tag

Non ci sono tag