Come calcolare la spesa per il trasporto e la gestione del contatore

Come calcolare la spesa per il trasporto e la gestione del contatore

Vorresti saperne di più relativamente alla spesa per il trasporto e la gestione del contatore, in modo da saper leggere le bollette e le singole voci? Se hai provato a consultare le bollette di luce e gas ma hai trovato questa operazione complessa dal momento che sono presenti numerose voci che costituiscono la bolletta è importante risolvere il problema e imparare a leggere la bolletta per capire a cosa corrisponde la spesa per il trasporto e la gestione del contatore, a quanto ammonta, come si calcola e come mai viene addebitata sula bolletta. Nel momento in cui si vuole imparare e capire come fare il calcolo spesa per il trasporto e la gestione del contatore bisogna innanzitutto sapere che tutti i gestori inviano la bolletta ai propri clienti con la medesima struttura, la quale viene definita dall’ARERA, e sulla bolletta si può trovare la spesa per la materia prima energia, la spesa per il trasporto e la gestione del contatore, la spesa relativa agli oneri di sistema, l’Iva e le accise. Analizzando la spesa per il trasporto e la gestione del contatore gas e luce bisogna sapere che tale voce di si paga con tutti i gestori appartenenti al mercato dell'energia.

Spesa per il trasporto e la gestione del contatore: come funziona

Il costo per il trasporto e la gestione del contatore viene indicato su ciascuna bolletta di un'utenza domestica e non varia a seconda che tu abbia un contratto nel servizio di Maggior tutela o nel Mercato libero, dal momento che le condizioni economiche relative alla spesa per il trasporto vengono stabilite dall’Autorità e il gestore non può modificarle, pertanto tale spesa è la medesima su tutto il territorio. Se ti stai chiedendo, relativamente alla spesa per il trasporto e la gestione del contatore luce e gas per cosa si paga la spesa di trasporto, bisogna sapere che l’energia elettrica viene prodotta nelle centrali di produzione e in seguito viene convogliata nella rete, sino a quando arriva nelle abitazioni delle persone. Quando si legge sulla bolletta la spesa per il trasporto, bisogna sapere che essa include i costi per la copertura del trasporto dell’energia sulla rete nazionale, la distribuzione locale, la gestione dei contatori e la loro lettura. Le componenti della tariffa relative al trasporto e alla distribuzione dell’energia elettrica sono incluse nella bolletta.

Il calcolo spesa per il trasporto e la gestione del contatore: come farlo

Bisogna sapere che fino a dicembre 2016 la spesa per il trasporto era più alta per coloro che erano non residenti nell’abitazione e la spesa aumentava sulla base del consumo elettrico del singolo cliente. Dall’anno seguente tale progressività non è stata più introdotta e la quota relativa all’energia è unica senza distinzioni per quanto riguarda il consumo effettivo, e inoltre non varia se si è residenti o non si risiede nell’abitazione. Per tutti i clienti la spesa per il trasporto e la gestione del contatore gas e luce è la medesima ed è composta da tre elementi, ovvero la quota fissa, la quota di potenza e la quota di energia. La seconda varia sulla base della potenza impegnata dell'utenza, mentre la terza viene applicata all'energia consumata, e l’importo per ogni quota viene stabilito dall’Autorità e varia di anno in anno.

Saper consultare la spesa per il trasporto e la gestione del contatore è utile?

Certamente, in quando consente di tenere sotto controllo i costi e gestire le spese relative al proprio bilancio familiare, pertanto conoscere e saper analizzare le voci presenti sulla bolletta e cosa si intende con la spesa di trasporto e gestione del contatore è molto importante.

La spesa del trasporto e gestione del contatore fa riferimento ai costi complessivi che vengono applicati e che sono presenti sulla bolletta relativi al trasporto dell'energia, da quando questa viene prodotta sino a quando arriva al contatore, ed è importante sapere che si tratta di una spesa collegata non alla fornitura bensì al trasporto, ed è la medesima per tutte le società di fornitura. Se acquistiamo dell’energia questa deve giungere alla sua destinazione finale e pertanto va pagato il suo trasporto che può avvenire con vari mezzi e tale costo è il medesimo per tutte le spedizioni.

Se si vuole sapere come si compone la spesa per il trasporto e la gestione del contatore luce o gas bisogna sapere che essa include tutti i servizi e le azioni in modo da consentire al gestore di poter trasportare la corrente nelle case, quindi sia il trasporto sia la distribuzione e gli oneri generali, e per calcolarla si deve tenere conto di tre parametri relativi alla spesa, ovvero la quota fissa, la quota di potenza e la quota di energia.  La prima è fissa dal momento che non varia in base alla quantità di energia né per la potenza del contatore, mentre la seconda varia in base alla potenza del contatore, e infine la terza cambia sulla base del consumo di energia somministrata al contatore.

Per maggiori informazioni relativamente alla spesa per il trasporto e la gestione del contatore si può contattare il proprio gestore in modo da poter ricevere tutte le risponde alle proprie domande. 

Arianna Bessone

Arianna Bessone