Come funziona la stufa a infrarossi e quanto consuma

Come funziona la stufa a infrarossi e quanto consuma

Se devi decidere di acquistare una stufa per la tua casa dovresti considerare seriamente la possibilità di acquistare una stufa a infrarossi. Questa tipologia di stufe emette circa il 96% di calore contro il 50% delle stufe elettriche tradizionali. Il calore prodotto è in forma di radiazioni che riescono ad attraversare l’aria senza smuoverla o riscaldarla come accade con i termosifoni. La stufa a infrarossi potrebbe essere utilizzata per riscaldare una singola stanza o anche l’intero ambiente domestico. Non solo, potrai dormire sonni tranquilli in quanto i raggi infrarossi di questa tipologia di stufe non sono dannosi per la nostra salute. Di solito i raggi infrarossi vengono impiegati anche nelle saune ma possono essere utilizzati anche in casa come riscaldamento autonomo senza problemi. Esistono diversi modelli di stufa a raggi infrarossi, ce ne sono di varie dimensioni e possono adeguarsi a ogni contesto, si pensi ad esempio alle stufe che si possono appendere alle pareti proprio come se fossero dei quadri.

Come funziona la stufa a infrarossi

La stufa a raggi infrarossi è sicuramente un ottimo modo per riscaldare sia le persone che gli ambienti della casa. L’azione riscaldante della stufa avviene con quello che possiamo definire irraggiamento. Il funzionamento della stufa a infrarossi dipende da molti aspetti, ci sono dei modelli ad esempio che garantiscono l’emissione di calore subito dopo l’accensione. La stufa a infrarossi funziona mediante un meccanismo di riscaldamento a infrarossi che non produce fumi e, soprattutto, inquinamento. La stufa a raggi infrarossi si contraddistingue per un pannello radiante che consente l’irraggiamento sotto forma di onde elettromagnetiche. Devi sapere che i raggi infrarossi possono scaldare qualsiasi corpo e si trasformano in calore appena toccano il pavimento, le persone o le pareti della casa. Quando si parla di stufe di questo tipo devi quindi sapere che solo una piccola parte del calore prodotto dalla stufa a infrarossi viene trasmesso con convenzione attraverso il contatto con l’aria. A ulteriore dimostrazione di come la stufa a infrarossi rappresenti una soluzione interessante per il riscaldamento domestico considera che questi dispositivi sono dotati di una potenza regolabile. Considera anche che, a differenza dei termosifoni, le stufe a infrarossi non seccano l’aria. Acquistando una stufa a infrarossi potrai riscaldare adeguatamente diverse aree della tua casa come camere, locali esterni (veranda) e locali comuni come nel caso degli uffici.

Quanto consuma una stufa a infrarossi

Per capire quanto consuma una stufa a infrarossi parti dal presupposto che il riscaldamento delle stufe elettriche a infrarossi ha un rendimento pari a 1 esattamente come altre stufe elettriche. Questo vuol dire che per ogni kWh elettrico di consumo le stufe producono 1kWh termico. Questo in quanto il calore si ottiene sfruttando il 99% dell’elettricità. La stufa a infrarossi ha un basso consumo e potrà funzionare alla grande anche senza bisogno di regolarla al massimo della potenza. Al giorno d’oggi esistono diversi modelli di stufa a infrarossi e diverse modalità di alimentazione. Ad esempio se vuoi sapere come funziona stufa a gas infrarossi sappi che quando avviene la combustione a gas si assiste a una reazione di ossidazione dell’idrocarburo che produce calore. C’è anche la stufa a biomassa a infrarossi che funziona riscaldando l’ambiente grazie a un funzionamento ad accumulo. In questo caso la massa viene scaldata con la combustione della biomassa che continuerà a emettere calore a infrarossi a lungo.

Stufa a raggi infrarossi: quali sono i vantaggi

La stufa a infrarossi offre molti vantaggi che dovresti analizzare nel dettaglio. Ad esempio la stufa a raggi infrarossi consuma poco, poi, fatto questo da non sottovalutare, consente di avere un’aria di qualità migliore in quanto la stufa entra in contatto con l’aria solo marginalmente. Non finisce qui, una stufa a infrarossi riesce anche a rendere l’aria più respirabile in quanto riesce a ridurre al minimo la circolazione delle polveri, comprese quelle che sono nocive per le persone allergiche. Inoltre la stufa a raggi infrarossi offre anche un immediato benessere, il che significa che scaldano immediatamente, e necessita di poca manutenzione non richiedendo interventi di manutenzione periodica.

Considera anche che la stufa a infrarossi non costa molto e i prezzi variano a seconda di marchi e modelli. A questo punto potresti chiederti se la stufa a raggi infrarossi sia o meno dannosa per la salute. Anche da questo punto di vista puoi dormire sonni tranquilli in quanto recenti ricerche hanno dimostrato come la dannosità dei raggi infrarossi sia assolutamente nulla a differenza delle reti Wi-Fi. Siamo quindi di fronte a una modalità di riscaldamento sicura al 100%. Possiamo anche dire che la stufa a infrarossi sia un sistema di riscaldamento a basso consumo tra i più economici disponibili. I pannelli a infrarossi riescono a garantire un riscaldamento uniforme in tutto l’ambiente, questo significa che non dovrai aumentare la temperatura dell’aria per aumentare il calore. Metti in conto anche la facile installazione, il basso consumo energetico e la possibilità di prevenire la formazione delle muffe.

Arianna Bessone

Arianna Bessone