Come funziona la stufa a pellet canalizzata? Aiuta a risparmiare sulla bolletta?

Come funziona la stufa a pellet canalizzata? Aiuta a risparmiare sulla bolletta?

Hai mai sentito parlare di stufa a pellet canalizzata? Ormai questa specifica tipologia di stufe a pellet si sta diffondendo sempre di più e questo perché consentono di scaldare più stanze diverse dello stesso appartamento con un’unica stufa. Se ti chiedi cosa vuol dire stufa a pellet canalizzata dovresti tener presente che questa tipologia di stufe utilizzano un sistema di tubi che servono a trasportare l’aria calda prodotta dalla stufa nei locali vicini. Se si vuole usare al meglio la stufa a pellet canalizzata i locali dovrebbero trovarsi sempre sullo stesso livello della stufa, o al massimo in quello superiore. Chiaramente esistono diverse tipologie di stufe a pellet canalizzate, vediamoli rapidamente.

Come funziona la stufa a pellet canalizzata

Se ti chiedi come funziona la stufa a pellet canalizzata sappi che i modelli in pietra sono particolarmente consigliati in quanto sono dotati di canalizzazioni poco ingombranti (massimo 60 mm per sezione) che possono essere installate senza problemi anche nelle pareti non portanti. Con la stufa a pellet canalizzata l’aria calda che viene prodotta viene subito immessa nell’ambiente mentre i fumi causati dalla combustione del pellet vengono deviati verso l’esterno ed espulsi. La stufa a pellet canalizzata in pietra riesce a trasportare aria calda anche a 8 metri di distanza e ti consentirà, in ogni stanza, di gestire la temperatura a tuo piacimento. Potrai anche regolare la ventilazione e altre funzionalità con il telecomando e potrai valutare di aumentare il diametro delle canalizzazioni per diminuire il tempo necessario al riscaldamento degli ambienti domestici. Per quanto riguarda l’espulsione dei fumi all’esterno con la stufa a pellet canalizzata potrai valutare l’utilizzo di una canna fumaria già esistente oppure costruire un condotto dedicato secondo le norme UNI. Se vuoi sapere come funziona la stufa a pellet canalizzata tieni anche presente che le canalizzazioni possono essere realizzate a soffitto in esterno o a parete. Se vuoi utilizzare una forma di riscaldamento ecologica senza rinunciare a scaldare un’intera casa allora la stufa a pellet canalizzata potrebbe essere per te la scelta ideale. Inoltre il pellet è un combustibile naturale che costa pochissimo rispetto ai combustibili tradizionali e che viene ottenuto dagli scarti della lavorazione del legno. Potrai stare tranquillo in quanto all’interno del pellet non si trovano sostanze chimiche pericolose né additivi, colle sintetiche o vernici. Se hai capito come funziona la stufa a pellet canalizzata allora avrai capito che potrai dire addio all’escursione termica tra le varie stanze della tua casa senza per questo dover sostenere costi imprevisti.

Stufa a pellet canalizzata: quando e come sceglierla

Una volta che hai visto cosa vuol dire la stufa a pellet canalizzata e come funziona non ti resta che cercare di capire quando questa tipologia di riscaldamento potrebbe convenirti. Ad esempio se vuoi integrare il tuo impianto di riscaldamento esistente la stufa a pellet canalizzata è sicuramente la scelta ideale. Potrebbe essere una ottima soluzione anche se vuoi andare a sostituire la vecchia caldaia con un generatore che viene alimentato da fonti energetiche rinnovabili. La stufa a pellet canalizzata ha tutti i vantaggi tipici delle stufe a pellet normali e quindi il risparmio energetico, il totale rispetto dell’ambiente e, soprattutto, la possibilità di programmare anche da remoto l’accensione e lo spegnimento. Non solo, la stufa a pellet canalizzata potrebbe essere per te la soluzione perfetta se stai costruendo una casa da zero o se stai ristrutturando la casa. Il motivo? Semplice, se hai capito cosa vuol dire stufa a pellet canalizzata saprai che la canalizzazione richiede una serie di interventi edilizi in quanto le tubature vanno inserite a muro nel modo corretto. Ma, una volta capito cosa vuol dire la stufa a pellet canalizzata, come scegliere quella giusta? Dovrai tener conto di una serie di aspetti come ad esempio la potenza termica. Per capire di che potenza termica avrai bisogno dovrai considerare i metri cubi da scaldare e il numero di stanze in cui far arrivare il calore. Tieni conto che se opterai per una stufa a pellet canalizzata questa non si limiterà a scaldare solo la stanza in cui viene installata ma tutto l’ambiente domestico sfruttando proprio l’impianto di canalizzazione. Fai anche attenzione alla situazione dell’isolamento termico del tuo appartamento in quanto se hai infissi vecchi o rovinati dovrai optare per forza di cose su una potenza termica maggiore. Dovrai pensarci molto bene prima di optare per una stufa a pellet canalizzata per il semplice fatto che, se deciderai di optare per questa soluzione, dovrai sostenere delle opere murarie e installare una canna fumaria. Molti infatti preferiscono optare per la stufa a pellet canalizzata quando devono compiere dei lavori di ristrutturazione così da ottimizzare i tempi. Potrai comunque anche valutare modelli di stufa a pellet canalizzata che sono privi di canna fumaria così da non dover eseguire particolari lavori di muratura.

Capire come funziona la stufa a pellet canalizzata ti serve anche a capire che lavori dovrai sostenere. Ad esempio oltre alle canalizzazioni il tecnico dovrà anche posizionare dei diffusori, ovvero griglie da cui far fuoriuscire l’acqua calda. Inoltre se opti per una stufa a pellet canalizzata ricorda che potrai usufruire della detrazione fiscale e recuperare tramite IRPEF fino al 50% della somma.

Arianna Bessone

Arianna Bessone