Surroga mutuo tasso fisso stessa banca: quando è possibile richiederla?

Surroga mutuo tasso fisso stessa banca: quando è possibile richiederla?

Cominciamo con il dirti che la surroga mutuo tasso fisso stessa banca non è possibile in quanto con la surroga mutuo si decide di rinegoziare il mutuo in essere con un altro istituto bancario. La surroga mutuo stessa banca quindi non si chiama così ma rinegoziazione mutuo ipotecario. Devi sapere infatti che la rinegoziazione del mutuo ipotecario altro non è che l’opzione che consente di restare con la stessa banca senza per questo dover cambiare istituto di credito con la surroga o con la sostituzione. Attenzione quindi a non confondere la rinegoziazione del mutuo con la surroga. Anche se sembrano indicare una procedura simile infatti si tratta di due cose distinte e dovresti conoscere nei dettagli la differenza prima di stipulare un finanziamento per l’acquisto di un bene immobile.

Che cos’è la rinegoziazione del mutuo

Ti abbiamo già detto che fare la surroga mutuo tasso fisso stessa banca non è possibile in quanto il concetto stesso di surroga prevede che si debba rinegoziare il mutuo con un’altra banca differente da quella che lo ha erogato la prima volta. Se vuoi saperne di più sulla differenza esistente tra rinegoziazione del mutuo e surroga allora non devi fare altro che continuare la lettura. Se si intende rinegoziare un mutuo significa che si vogliono cambiare le condizioni del contratto con la banca responsabile della sua erogazione. Si tratta di una pratica del tutto gratuita e dovresti quindi pensarci seriamente se vuoi evitare di dover sottostare a oneri finanziari divenuti insostenibili con il passare del tempo. Il motivo per il quale le banche permettono di rinegoziare il mutuo è quello di evitare di perdere il rimborso delle rate. Quando richiedi la rinegoziazione del mutuo le condizioni sono soggette a modifica in quanto è mutata la condizione economica del contraente. Attento quindi perché qualora non fossero intervenuti dei cambiamenti nel tuo assetto finanziario allora non ti verrà concessa la possibilità di rinegoziare il mutuo. Ma quali sono le condizioni che possono essere riviste con una rinegoziazione? Innanzitutto il tasso di interesse e lo spread, poi la durata e il tipo di contratto. In quest’ultimo caso il cambiamento del tipo di contratto implica il passaggio dal mutuo a tasso a fisso a quello variabile (o viceversa). Per richiedere una rinegoziazione del mutuo basterà inviare una raccomandata A/R alla propria banca con tanto di descrizione dettagliata di tutte le condizioni da modificare. Sappi che la rinegoziazione del mutuo sarà per te completamente gratuita, questo significa che non ti potranno essere addebitate spese supplementari.

Che cos’è la surroga mutuo

Parlando di surroga mutuo tasso fisso vediamo ora di farti capire nel dettaglio che cosa intendiamo esattamente per surroga. Secondo il decreto legge 7/2007 è divenuta possibile un’altra forma di rinegoziazione del mutuo detta surroga mutuo. In cosa consiste dunque la surroga mutuo? In sostanza ti permette di spostare il tuo mutuo da una banca all’altra rinegoziando anche le condizioni dello stesso. Non solo, con la surroga mutuo potrai rinegoziare il contratto a costo zero e non avrai alcun vincolo di estinzione del rapporto originario. Alla domanda: si può fare una surroga con la stessa banca? La risposta sarà quindi negativa. Fare la surroga mutuo comunque potrebbe essere per te molto vantaggioso in quanto ti consentirà di godere di nuove condizioni del mutuo e anche di vantaggi aggiuntivi prima assenti. La surroga è gratuita anche se, in qualità di debitore, dovrai versare 35 euro come tassa ipotecaria. Anche nel caso della surroga la banca non potrà addebitarti spese notarili né commissioni o eventuali spese aggiuntive. Proprio come nel caso della rinegoziazione delle condizioni, che ricordiamo può avvenire solo con la banca che ha erogato il mutuo, anche con la surroga si potranno rinegoziare alcune condizioni come tasso e spread, durata e tipologia di mutuo. Insomma, come avrai capito non puoi richiedere la surroga mutuo tasso fisso stessa banca e l’importo del nuovo finanziamento non potrà in alcun modo essere superiore al debito residuo. Potrai richiedere la surroga del mutuo in qualsiasi momento, dovrai semplicemente inviare alla tua vecchia e nuova banca una raccomandata A/R contenente l’intenzione di avvalerti di questa possibilità. A questo punto sappi che è vero, non potrai richiedere la surroga mutuo tasso fisso stessa banca, ma la tua vecchia banca non potrà non concedere il passaggio e il nulla osta richiesto entro massimo 30 giorni. La nuova banca da te scelta può al contrario rifiutarsi di accordarti questo trasferimento. Potrai anche richiedere la surroga mutuo un numero illimitato di volte ma solo in teoria in quanto, in pratica, le banche non lo concederanno diverse volte.

Differenze tra surroga e rinegoziazione

Se hai capito che non potrai richiedere surroga mutuo tasso fisso stessa banca dovresti anche soffermarti sul fatto che sia la rinegoziazione che la surroga prevedono la revisione del tasso di interesse del mutuo, dello spread e della tipologia di contratto e della durata. Le differenze tra surroga e rinegoziazione sono quindi abbastanza evidenti in quanto la surroga presuppone che si cambi la banca di riferimento mentre la rinegoziazione è, a tutti gli effetti, un procedimento interno che si svolge tra te e la tua banca.

Arianna Bessone

Arianna Bessone