Tariffe elettricità Eni, tutti i dettagli

Tariffe elettricità Eni, tutti i dettagli

Eni, se qualcuno non la conoscesse, è una multiutility italiana attiva nella gestione e nello sviluppo di reti e servizi nei business di acqua, energia e ambiente, e oggi rappresenta una azienda leader nel mercato italiano. Il sito web ufficiale consente all’utente di visualizzare rapidamente tutte le tariffe di elettricità più vantaggiose del momento corredate da tutte le informazioni utili a prendere una scelta consapevole.

Le condizioni delle tariffe elettricità Eni sono sicuramente tra le più vantaggiose presenti sul mercato, e sono già moltissimi gli utenti che hanno deciso di sottoscrivere un contratto energetico per risparmiare concretamente in bolletta. Le offerte proposte sono competitive e consentono di risparmiare per davvero senza per questo dover modificare il proprio stile di vita o dover fare rinunce di alcun tipo.

Tutte le tariffe elettricità Eni sono state pensate per venire incontro alle esigenze dei clienti, soprattutto in un periodo di diffusa crisi economica in cui è importante provare a massimizzare il risparmio a fine mese. Grazie anche alla liberalizzazione progressiva del mercato energetico, i consumatori sono finalmente completamente liberi di scegliere il fornitore da cui acquistare l’energia per la propria fornitura. Potranno quindi sfogliare le diverse offerte disponibili di luce e gas, per scegliere quella ritenuta più vantaggiosa sulla base dei propri consumi stimati.

Le tariffe elettricità Eni sono molto convenienti e sono ritenute dagli utenti adatte a tutte le esigenze della famiglia e dell’azienda. Le persone non sono tutte uguali, per questo ognuno ha delle esigenze e abitudini di consumo molto diverse dagli altri. Eni consente di trovare l’offerta perfetta per i propri consumi stimati, e sarà sufficiente avere a disposizione una connessione a internet per visualizzare in qualsiasi momento tutti i dati relativi alla propria utenza.

Facendo un esempio concreto, per Eni tariffe elettriche con prezzo bloccato rappresentano lo standard, consentendo all’utente di scegliere tra una tariffa monoraria o bioraria, ovvero con un prezzo differenziato tra le ore di punta e quelle di minor consumo. Insomma, con le sue tariffe elettricità, Eni è una soluzione davvero molto interessante per tutti gli utenti che vogliono il risparmio ma non vogliono rinunciare alla trasparenza.

Com’è possibile allacciare un contratto con Eni? Scopriamolo insieme!

Tariffe elettricità con Eni: come stipulare un contratto

Prendiamo come esempio un’ipotetica situazione in cui vogliate attivare una procedura per l’attivazione di una delle tariffe elettricità Eni, con un contatore già esistente. Sarà possibile richiedere il servizio di posa e attivazione del contatore della luce direttamente a Eni gas e luce, sottoscrivendo il contratto di fornitura, con le seguenti modalità:

  • Online dalla pagina dedicata, cliccando sul bottone qui sotto
  • Recandovi in un negozio Energy Store Eni
  • Chiamando il Servizio Clienti al numero verde da telefono fisso oppure da cellulare, al costo del piano tariffario del proprio gestore

Una volta fatto questo, Eni contatterà in distributore di zona, in modo da poter allacciare il contatore e attivare la fornitura. Una volta ricevuta la documentazione necessaria, il tecnico della società di distribuzione eseguirà la procedura necessaria per attivare un contatore disalimentato, o attivarlo la prima volta nel caso fosse nuovo.

Questo intervento viene eseguito nella maggiore parte dei casi a distanza, senza che sia necessario che il tecnico si rechi alla casa del cliente. Nel caso in cui l’intervento in presenza si rendesse necessario, il cliente sarà contattato a tempo debito, per fissare l’appuntamento con il tecnico. Fatto questo, il contratto potrà essere avviato a tutti gli effetti, e in casa la luce risplenderà!

Per la prima attivazione del contratto sarà necessario tenere con sé una serie di dati utili, a prescindere da quale tra le tariffe elettricità Eni sia stata scelta. Nel dettaglio:

  • documento d’identità valido;
  • codice fiscale;
  • bolletta del precedente fornitore;
  • codice IBAN (necessario solo nel caso di attivazione della domiciliazione bancaria).

Dal momento in cui Eni gas e luce inoltra la richiesta, la società di distribuzione deve posare e attivare il contatore entro 5 giorni lavorativi. Scavalcando questa soglia, il cliente riceverà un indennizzo come risarcimento per il ritardo.

Il contratto è sottoscritto, e adesso?

Complimenti! Ora che c’è una fornitura attiva e funzionante, si potrà tenere conto di tutte le spese in vari modi. Il più classico e diffuso è, per forza di cose, quello che vede l’utilizzo di una bolletta fisica, recapitata a casa e contenente tutte le informazioni del caso. Per quanto sia una comodità, si tratta di un servizio a pagamento disattivabile. Sarà infatti possibile richiedere la consegna della bolletta in formato digitale sull’applicazione Eni tariffe luce, risparmiando i soldi del servizio e compiendo una scelta maggiormente sostenibile (zero costi di produzione e trasporto).

Ovviamente quando una fornitura è sottoscritta, si pensa che la fase di selezione precedente abbia portato al miglior compromesso possibile, ma non bisogna dimenticarsi che per Eni nuove tariffe elettricità, soprattutto con la liberalizzazione progressiva del mercato, escono continuamente! Pertanto, è utile per tutti quanti rimanere sempre aggiornati sulle ultime quotazioni, magari tramite il comodo comparatore online presente sul nostro sito.

Arianna Bessone

Arianna Bessone