Quanto devo aspettare prima che mi allaccino le utenze in casa?

Quanto devo aspettare prima che mi allaccino le utenze in casa?

Quando si deve richiedere l’allacciamento di forniture di luce e gas non è sempre facile sapere a chi rivolgersi e dove reperire le giuste informazioni. Capita molto spesso di trovarsi a cambiare casa e in questi casi si ha la necessità di avere delle risposte certe relativamente alla tempistica così da potersi organizzare al meglio e mettersi al riparo da eventuali brutte sorprese o possibili disguidi, purtroppo sempre dietro l’angolo. Quando si richiede l’allacciamento della luce si intende il collegamento di una abitazione alla linea che distribuisce l’energia elettrica, si tratta quindi di una richiesta che deve essere fatta solo da quelli che non possiedono ancora alcuna connessione e un contatore luce.

Una volta fatta la richiesta di allacciamento luce al distributore locale, sarà premura dell’ente distributore organizzare un sopralluogo per valutare i lavori necessari che saranno addebitati al cliente e presentare un preventivo dei costi. Una volta approvato questo preventivo inizia l’attivazione vera e propria della fornitura della luce, ed è a questo punto che è lecito farsi delle domande sui tempi di allaccio luce e gas. Parlando esclusivamente di allaccio luce l’ente gestore della distribuzione avrà 20 giorni di tempo per inviare il preventivo dei costi stimati e dei tempi per l’esecuzione dei lavori. Qualora la risposta dovesse arrivare entro 40 giorni e non 20, il cliente avrà diritto a 30 euro di rimborso che diventeranno 60 in caso di 60 giorni di ritardo. In caso di tempistiche superiori ai 60 giorni il rimborso salirà a 90 euro.

Le tempistiche per l’allaccio devo essere i 15 giorni per lavori semplici e di 60 giorni in caso di lavori complessi. Per quanto riguardo le penali si parla di 35,70 e 105 euro a fronte rispettivamente di 30, 45 o più di 45 giorni di ritardo. E per quanto riguarda i tempi di allaccio gas? In questo caso siamo di fronte a tempistiche molto variabili in quanto il fornitore deve trasmettere la pratica di allaccio al distributore entro 2 giorni lavorativi. Anche in questo caso il preventivo dell’allaccio gas può essere inviato al consumatore entro 15 giorni lavorativi per lavori semplici e entro 30 giorni per lavori complessi. Una volta pagato il preventivo per l’allaccio del gas, il distributore si impegnerà a realizzare l’allacciamento entro 10 giorni lavorativi dalla data di ricevimento dell’accettazione in caso di lavori semplici e entro 60 giorni lavorativi in caso di lavori complessi. Le tempistiche di allaccio gas possono essere influenzate anche dai tempi necessari alla verifica dei documenti per l’accertamento.

 

Arianna Bessone

Arianna Bessone