Vivi green con il miglior gestore gas

Vivi green con il miglior gestore gas

Emissioni, polveri sottili, spreco sono parole tristemente portate all’attenzione dell’opinione pubblica dalla televisione e dai giornali, che in questi mesi stanno denunciando livelli pericolosamente alti di inquinamento nelle città italiane più popolate. L’attenzione verso l’ambiente e l’impatto ambientale dovuto all’utilizzo di elettrodomestici e utenze è sempre maggiore, fortunatamente. Molti iniziano già ad adottare piccoli accorgimenti domestici per essere più green, incidere meno sull’ambiente e perché no, risparmiare. La scelta del miglior gestore gas green non è così semplice ma ultimamente sono sempre di più i fornitori che propongono offerte molto interessanti che garantiscono l’impiego di energia proveniente solo da fonti rinnovabili. Il consiglio è quello di utilizzare dei comparatori come quello di Chetariffa per scegliere il miglior gestore gas green con la tariffa più conveniente e che abbia un occhio di riguardo per l’ambiente.

Cosa vuol dire essere green?

Le persone molto attente all’ambiente che vogliono scegliere il miglior gestore gas green hanno a disposizione molte opportunità. Si pensi ad esempio all’obiettivo energetico fissato dall’Ue nel 2030 grazie al quale i consumatori hanno oggi molte più possibilità di scegliere tra le offerte del miglior gestore luce e gas da fonti rinnovabili che consentono sia di risparmiare in bolletta, sia di rispettare l’ambiente. Ma cosa significa esattamente energia green? Le tariffe verdi garantiscono che verrà utilizzata solo energia prodotta da fonti rinnovabili, ovvero prodotte da impianti eolici, geotermici, a biomassa, idroelettrici, fotovoltaici e a energia marina che siano certificati dalla Garanzia d’Origine. Questa certificazione garantisce che l’energia consumata viene prodotta solamente da impianti alimentati da fonti rinnovabili ed è assegnata dal Gestore dei Servizi Energetici. Tutti i clienti che scelgono il miglior gestore gas green (o luce) contribuiscono a salvaguardare il pianeta in quanto finanziano la produzione di energia pulita e quindi ad abbattere l’inquinamento. Cambiare fornitore e scegliere il miglior gestore gas green è una mossa piuttosto semplice che non richiede delle spese extra e permette in alcuni casi anche di risparmiare rispetto, ad esempio, alle tariffe del mercato tutelato. A questo proposito ricordiamo che nel gennaio 2022 il mercato tutelato non esisterà più e quindi questa potrebbe essere una ottima occasione per scegliere il miglior gestore gas e luce green del libero mercato e sottoscrivere un contratto di fornitura. Al giorno d’oggi sono davvero molte le aziende green che acquistano o producono energia prodotta con fonti rinnovabili.

I vantaggi del puntare sull’energia green

A questo punto verrebbe da chiedersi: perché puntare sull’energia verde? La risposta è semplice, scegliere il miglior gestore gas green permette tra le altre cose di abbattere le emissioni. E per controllare che l’energia utilizzata sia realmente green, molti fornitori garantiscono sempre la massima tracciabilità delle fonti di energia direttamente in bolletta. L’utente in questo modo sarà sempre a conoscenza della provenienza dell’energia green utilizzata. Se più persone chiedono bollette green ecco che la produzione di energia rinnovabile aumenterà sempre di più in quanto produttori e gestori avranno un grande incentivo economico in direzione della maggiore sostenibilità ambientale. Quando si decide di attivare un’offerta con il miglior gestore gas green bisognerà fare attenzione ad alcuni fattori come la convenienza, la trasparenza e la qualità del servizio di assistenza. Riguardo alla trasparenza ad esempio non è sufficiente che un’offerta sia denominata come green. Bisognerà anche che ci sia chiarezza per quanto riguarda i costi e per quanto riguarda la produzione di energia. Qualora le fonti di provenienza dell’energia non fossero esplicitate nell’offerta, il cliente potrà contattare in qualsiasi momento il fornitore per chiedere informazioni. Ad esempio si potrà chiedere al miglior gestore gas green di fornire il titolo GO, ovvero il titolo Garanzie d’Origine che viene rilasciato dal GSE, il Gestore dei Servizi Energetici, l’organo statale deputato al controllo sulle fonti rinnovabili da cui si potrà scoprire da quali impianti rinnovabili il fornitore potrà acquistare l’energia da rivendere. Chiaramente il miglior gestore gas green dovrà anche avere un servizio di assistenza all’altezza che sia in grado di rispondere adeguatamente alle richieste dei clienti.

Sottoscrivere un contratto con il miglior gestore gas green serve quindi a ridurre l’impatto ambientale della propria vita domestica. Bisognerà comunque anche cercare di contrastare gli sprechi in quanto anche le fonti rinnovabili hanno un minimo impatto sull’ambiente. Per massimizzare il risparmio in bolletta oltre alla scelta del miglior gestore luce e gas da fonti rinnovabili si dovrà anche isolare meglio la casa e magari scegliere degli elettrodomestici ad alta efficienza energetica. Delle case correttamente isolate infatti possono garantire un risparmio notevole e gli investimenti iniziali possono essere ammortizzati dagli sgravi fiscali previsti nell’ottica dell’efficienza energetica. Altro consiglio per coniugare rispetto dell’ambiente e risparmio è quello di richiedere il passaggio alla fatturazione elettronica. In questo modo si potranno ricevere le fatture online consentendo di risparmiare sulla carta e sul carburante per recapitare le bollette in casa.

Se volete trovare il miglior gestore luce e gas da fonti rinnovabili allora potrete utilizzare il comparatore di Chetariffa così da trovare subito le offerte più vantaggiose, e soprattutto green.

Arianna Bessone

Arianna Bessone