Come leggere la bolletta telefonica:

guida esaustiva

Bolletta telefonica, perché è importante saperla leggere?

Sapere come leggere la bolletta telefonica della tua linea fissa e internet è molto importante per essere sempre consapevole dei tuoi consumi e per valutare eventuali margini di risparmio, magari cambiando provider. Imparare a conoscere tutte le voci in fattura comunque non è difficile e ti permetterà di trovare subito i dati che stai cercando come i dati anagrafici dell’intestatario, i costi dell’offerta attiva, le info e le comunicazioni per il cliente e il codice di migrazione. Una volta che saprai riconoscere autonomamente le diverse voci bolletta telefonica ti spiegheremo anche a confrontare le offerte ADSL e Fibra e come contestare una bolletta telefonica.

Hai bisogno di aiuto? Non ti lasciamo solo!

Bolletta telefonica e internet: cosa aspettarsi

Ormai internet è così diffuso nelle nostre case che anche tu avrai già fatto familiarità con provider e contratti internet a consumo o flat. La bolletta internet e telefonica è molto semplice da leggere ma dovrai concentrarti su quelle che possiamo considerare le voci più importanti da analizzare se hai l’obiettivo di comprendere consumi, importi e imposte. Una volta che avrai contezza dei tuoi costi effettivi della bolletta telefonica più internet avrai finalmente in mano gli strumenti giusti per operare un confronto con gli altri operatori ed eventualmente scegliere un’opzione più vantaggiosa per le tue esigenze e necessità. Quando ti arriva la bolletta internet dovrai quindi saperla leggere e soprattutto dovrai padroneggiare le diverse voci bolletta telefonica che comprendono i dati dell’abbonato e il dettaglio dei costi suddiviso tra telefonate, abbonamenti e servizi. Con molti operatori potrai leggere e consultare le bollette telefoniche e internet direttamente online. Prosegui la lettura per avere maggiori informazioni su come leggere bolletta telefonica e internet.

Voci bolletta telefonica: i dati anagrafici dell’intestatario

Immagina di aver appena ricevuto una bolletta telefonica e internet e di non sapere da dove cominciare per consultarla. Per prima cosa sappi che nella prima pagina troverai una serie di informazioni estremamente utili relative ai dati anagrafici dell’intestatario, e quindi codice cliente, periodo di fatturazione e così via. In sostanza quindi nella prima pagina della bolletta telefonica e internet troverai i tuoi dati e quelli relativi al tuo abbonamento:

  • Dati anagrafici (nome e cognome intestatario, codice fiscale, indirizzo)
  • Metodo di pagamento (bollettino postale, domiciliazione bancaria)
  • Codice cliente (codice che identifica in modo univoco la tua utenza)
  • Importo e data di scadenza (totale da pagare e termine entro cui bisognerà effettuare il pagamento)
  • Periodo di fatturazione (periodo di riferimento della bolletta)
  • Stato dei pagamenti (presenza di eventuali pagamenti insoluti)

Nella prima pagina della bolletta telefonica e internet troverai i tuoi dati anagrafici e quelli relativi all’abbonamento come importo, metodo di pagamento e codice cliente.

Voci bolletta telefonica: i costi dell’offerta attiva e dettaglio costi in bolletta

Veniamo ora alla seconda parte della bolletta internet, quella dedicata alla tipologia di offerta Adsl o fibra che hai attivato per la tua utenza. Troverai infatti facilmente una tabella che indicherà il nome dell’offerta attiva suddivisa tra le diversi voci che compongono l’importo e quindi tasse e imposte, contributi di attivazione, connessione internet e dispositivi compresi nell’offerta. Nella seconda pagina della bolletta internet troverai invece il dettaglio dei costi. Dovrai consultare questa sezione per avere informazioni dettagliate su cosa stai pagando. Troverai ad esempio una serie di informazioni sulla quota, che potrà essere a consumo o fissa. In caso delle offerte a consumo troverai l’importo relativo al traffico dati che hai effettivamente utilizzato, nel caso delle offerte fisse invece ti vedrai addebitare un costo fisso da pagare ogni mese o ogni due mesi e che non dipende dall’effettivo traffico dati. Questa tipologia di offerte fisse internet è sempre più diffusa in quanto ti permette di avere connessione internet senza limite. Di solito le offerte fisse che puoi attivare hanno una durata di 12 o 24 mesi al termine dei quali dovrai pagare un importo maggiore. Sempre nella voce relativa al dettaglio dei costi troverai gli eventuali costi di linea fissa (offerta Internet + Telefono) ed eventuali servizi o dispositivi aggiuntivi. Troverai anche i costi cosiddetti una tantum, ovvero costi che dovrai sostenere una sola volta, vedi i contributi di attivazione Adsl o fibra e l’IVA. Infine troverai nella bolletta telefonica e internet anche la sezione dedicata alle informazioni per il cliente e alle comunicazioni da parte dell’operatore. Qui in sostanza troverai i contatti del servizio clienti dell’operatore a cui dovrai fare riferimento per comunicazioni o richieste di informazioni.

Nella seconda parte trovi i dati dedicati alla tua tipologia di offerta con tanto di dettaglio dei costi, compresi quelli una tantum come i contributi di attivazione Adsl o Fibra e l’IVA.

Bolletta internet a consumo o internet flat: codice di migrazione

A seconda delle tue esigenze potresti stipulare un contratto telefonico più internet (Internet + Voce) o solo internet. Se scegli un contratto solo internet potrai anche scegliere tra internet flat a tariffa fissa oppure internet a consumo, ovvero paghi solo quello che consumi. Nella bolletta telefonica e internet a questo proposito troverai anche una sezione dedicata al codice di migrazione. Questo codice si trova vicino alla sezione della comunicazione da parte dell’operatore e consiste in una sequenza di caratteri alfanumerici che servono a identificare la tua utenza internet, sia con che senza la linea telefonica. Il codice di migrazione ti verrà richiesto qualora tu decidessi di cambiare operatore con la portabilità, ovvero senza cambiare anche il numero telefonico. Con la portabilità, andando nello specifico, eviterai di dover fare prima la disdetta e poi una nuova attivazione. Il codice di migrazione o trasferimento utenza è comporto da una prima parte detta CS (Codice Segreto) composta da tre caratteri alfanumerici che identificano l’operatore telefonico con cui è stato attivato il contratto. C’è una seconda serie alfanumerica di 12 caratteri detta COR (Codice risorsa) che individua il numero telefonico attivo. Il COS (Codice servizio) si riferisce invece alle ultime cifre del codice di migrazione e quindi al servizio attivo (Adsl, fibra FTTH, fibra FTTC). C’è poi infine anche il codice di controllo che serve a verificare la correttezza del codice di migrazione.

Quando si parla di bollette internet flat o a consumo troverete quello che viene chiamato come codice di migrazione. Questo codice identifica la tua utenza internet e ti servirà per cambiare operatore con la portabilità.

Bolletta internet: come pagare?

Potrai scegliere tra diverse modalità per pagare la bolletta telefonica e la bolletta internet, si va dal tradizionale bollettino postale fino alla domiciliazione bancaria. Con il bollettino postale, quello che possiamo definire il metodo tradizionale, vedrai arrivare per posta a casa tua ogni mese la bolletta cartacea e dovrai provvedere al pagamento fisicamente recandoti presso un ufficio postale. Se vuoi evitare le code e vuoi allontanare il rischio di dimenticarti di pagare una bolletta potrai scegliere altre modalità di pagamento bolletta internet come ad esempio il pagamento online. In questo caso dovrai semplicemente visitare l’area dedicata del sito dell’operatore con cui hai stipulato il contratto, inserire i dati relativi alla tua carta di credito e procedere con il pagamento della bolletta. In alternativa potrai anche eseguire un bonifico dopo aver reperito l’IBAN del gestore sul sito ufficiale o attivare la domiciliazione bancaria. In questo caso dovrai fornire il tuo IBAN o RID e autorizzare così l’operatore al prelievo automatico dal tuo conto corrente. Molte delle offerte internet Adsl/fibra o telefono fisso più vantaggiose sono dedicate espressamente a chi sceglie l’attivazione online e il pagamento con domiciliazione bancaria.

Con la bolletta internet e telefonica avrai a disposizione diverse modalità di pagamento. Si va dal bollettino postale tradizionale fino al pagamento su internet e alla domiciliazione bancaria.

Come contestare una bolletta telefonica

Qualora dopo aver controllato nel dettaglio le voci bolletta telefonica e internet dovessi ravvisare degli importi che non ti tornano o degli addebiti non dovuti, dovrai capire come contestare una bolletta telefonica. Ti troverai in questa situazione qualora dovessi ravvisare dei costi addebitati in bolletta differenti da quelli previsti al momento della stipula del contratto oppure se i conteggi del traffico dati in bolletta dovessero sembrarti eccessivi rispetto al solito. In caso di errori nella bolletta telefonica e internet dovrai quindi sapere come contestare una bolletta telefonica anche perché sarebbe tuo pieno diritto. Per eseguire un reclamo dovrai inviare al tuo operatore una lettera di reclamo via fax, raccomandata o PEC così da richiedere alla compagnia telefonica di risolvere la situazione. Per contestare una bolletta internet e telefonica ti consigliamo di seguire le modalità indicate nel contratto di fornitura e di contattare l’ufficio reclami del provider. Potresti anche iniziare a presentare il problema al servizio clienti telefonico del provider e seguire poi le indicazioni dell’operatore. In caso però il provider non dovesse riconoscere la presenza di errori ti consigliamo di pagare comunque gli importi non dovuti e poi di inviare una lettera di contestazione con raccomandata con ricevuta di ritorno. Se hai capito come leggere bolletta telefonica avrai sicuramente maggiori possibilità di accorgerti di eventuali errori o incongruenze.

Se ti accorgi che nella tua bolletta telefonica o internet ti sono stati addebitati degli importi poco chiari o non dovuti potrai contestare la bolletta seguendo le modalità presenti nei contratti di fornitura.

Come cambiare gestore telefonico fisso e adsl

Le disposizioni dell’Agcom, ovvero l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, ti dicono che potrai cambiare tranquillamente operatore Adsl/Fibra per la tua offerta internet casa o telefono fisso. Se hai già stipulato un contratto Adsl ma vuoi cambiare operatore perché hai trovato un’offerta migliore non dovrai fare altro che contattare il nuovo fornitore e stipulare un nuovo contratto. Ci penserà il nuovo operatore che hai scelto a gestire la disattivazione della vecchia tariffa e l’attivazione della nuova. Di solito il tempo massimo per rendere operativo il cambio operatore è di 30 giorni e non correrai alcun rischio di restare senza il servizio fino al momento dell’attivazione della nuova offerta. Dovrai semplicemente inviare la comunicazione del codice di migrazione al nuovo operatore così da poter effettuare il cambio operatore telefono fisso e internet. In sostanza quindi se vuoi cambiare gestore telefonico fisso e adsl non dovrai fare nient’altro che stipulare un nuovo contratto. A ultimare il passaggio ci penserà direttamente il nuovo gestore e quindi non dovrai avere altre preoccupazioni. Ritieniti quindi libero di controllare periodicamente le offerte ADSL e Fibra e di scegliere quelle più vantaggiose di altri operatori quando lo ritieni opportuno senza paura di dover pagare dei sovrapprezzi o delle penali. Di solito però le compagnie richiedono un contributo di alcune decine di euro se opti per il recesso in anticipo rispetto ai mesi di contratto previsti.

Se decidi di cambiare gestore telefonico fisso e adsl non dovrai fare null’altro che stipulare un nuovo contratto. Ci penserà il nuovo operatore a portare avanti le pratiche e non resterai senza linea nell’attesa

Come leggere la bolletta telefonica: conclusioni finali

Insomma, imparare come leggere bolletta telefonica e internet è tutto tranne che complesso. Dopo che avrai capito dove trovare i dati anagrafici e quelli relativi al contratto da te stipulato dovrai anche sapere che potrai cambiare provider in qualsiasi momento e scegliere delle offerte ADSL e Fibra più vantaggiose senza per questo dover andare incontro a sanzioni o penali. Sempre in bolletta troverai anche tutti i dati relativi all’offerta specifica da te attivata, internet flat o a consumo e tariffe della telefonia fissa. Potrai scegliere la modalità di pagamento preferita in base ai tuoi interessi come il bollettino postale, pagamento su internet o domiciliazione bancaria. Ricorda anche che, in caso di importi in bolletta poco chiari o che non corrispondono ai consumi reale, potrai contestare la bolletta internet o comunque chiedere informazioni al provider in qualsiasi momento.

    1
    Inserisci le tue esigenze Seleziona i tuoi consumi e inserisci i tuoi dati di contatto.
    2
    Confronta le tariffe Visualizza le offerte migliori e scegli quella su misura per te.
    3
    Attiva la tua offerta Autorizza un nostro consulente a chiamarti: ti aiuterà ad attivare l’offerta scelta o a trovare quella che fa per te.
    Confronta le migliori tariffe Luce
    Confronta le migliori tariffe Gas
    Confronta le migliori tariffe Adsl e Fibra
    Confronta le migliori tariffe Telefonia mobile