Come trovare i gestori luce migliori:

La guida definitiva

Gestori luce: uno sguardo d'insieme

Scopri come fare a scegliere il gestore luce più adatto alle tue specifiche esigenze. Mediante il confronto gestori luce potrai capire se il tuo attuale fornitore è effettivamente il più conveniente o no. Ti spieghiamo come scegliere gestore luce e come valutare le offerte luce dei diversi fornitori del mercato libero. Nel 2022 il mercato tutelato non esisterà più quindi è tuo interesse fare la scelta fornitore luce giusta nell’ottica del risparmio. Potrai anche scegliere un gestore unico luce e gas così da godere sin da subito di offerte particolarmente vantaggiose. Scegliendo il miglior gestore luce potrai realizzare un risparmio annuale non indifferente, anche per questo ti spieghiamo come usare i comparatori di tariffe così da aumentare le probabilità di trovare il fornitore e l’offerta luce ideale.

Hai bisogno di aiuto? Non ti lasciamo solo!

Gestori luce: due date da ricordare

Per quanto riguarda il mondo dei fornitori di energia elettrica le cose sono cambiate radicalmente a partire dal 1999 con la liberalizzazione del mercato energetico. Devi sapere infatti che prima di questo processo in Italia esisteva solo un fornitore e venditore di energia elettrica. Con l’avvento del mercato libero sono tanti i fornitori luce che sono diventati protagonisti. La libera concorrenza ha abbassato i prezzi a favore del cliente finale ma, come saprai, i differenti rivenditori devono comunque adeguare le proprie offerte a quanto stabilito dall’ARERA. Puoi intuire da solo la portata rivoluzionaria di questo cambiamento che ha portato ogni cliente a diventare l’unico responsabile della propria bolletta energetica. Considera inoltre che nel 2022 il mercato tutelato non esisterà più e dovrai quindi per forza di cose valutare con attenzione le offerte dei diversi fornitori di energia elettrica restringendo il campo a quelle più adatte in base alle tue abitudini e al fabbisogno energetico. Scegliere il fornitore luce migliore per le tue esigenze non è una cosa da poco conto, potrai infatti arrivare a risparmiare cifre molto interessanti all’anno e cambiare fornitore non ti costerà assolutamente nulla. Esistono anche strumenti molto preziosi come i comparatori di tariffe che, se usati correttamente, ti permetteranno di fare un confronto gestori luce in tempo reale sulla base dei criteri di ricerca da te selezionati.

Cosa cambia con la fine del mercato tutelato

Nell’ottica della scelta fornitore luce non si può non affrontare il passaggio epocale che si verificherà nel gennaio del 2022 e consisterà nella fine del mercato tutelato. Se non lo sai, il mercato tutelato è quello con le tariffe che sono regolate dall’ARERA e aggiornate ogni tre mesi. Dovresti quindi prepararti in vista di questo passaggio, anche perché a partire dal 2022 dovrai per forza di cose sceglierti un nuovo fornitore del mercato libero. Attualmente sono ancora moltissimi gli utenti che hanno un contratto di fornitura di energia elettrica attivo con il servizio di maggior tutela. Dovresti sapere che passare dalla maggior tutela al mercato libero non ti costerà nulla, potrai cambiare gestore luce in qualsiasi momento cominciando così a risparmiare senza andare incontro a imprevisti di alcun tipo. In questo momento puoi infatti scegliere tra attivare le utenze con il mercato tutelato o con il mercato libero, ma nel 2022 non avrai più questa scelta. Questo non vuol dire che finirai in un mondo sconosciuto, al contrario se vuoi sapere come scegliere il fornitore luce più conveniente ti basterà seguire alcuni consigli e potrai risparmiare una cifra anche importante all’anno. Tieni comunque presente che con la fine del mercato tutelato non pagherai nulla per passare a un altro fornitore e sarà quest’ultimo a occuparsi del passaggio inviando le comunicazioni al vecchio fornitore. Non rischi nemmeno l’interruzione di luce elettrica in quanto con il cambio fornitore non è previsto alcun intervento sul contatore. Potrai quindi concentrarti sulla scelta fornitore luce senza il timore di una improvvisa interruzione delle utenze. Ma quali sono le differenze di prezzo più significative tra mercato libero e mercato tutelato? Come ti abbiamo già accennato i prezzi del tutelato cambiano ogni tre mesi mentre quelli del mercato libero cambiano di fornitore in fornitore. Con il mercato libero potrai però scegliere tra offerte a prezzo fisso per uno o due anni e tra offerte a prezzo variabile.

Nel gennaio del 2022, dopo molti rinvii, il mercato tutelato andrà a cessare in modo definitivo. Se non lo hai già fatto sarai quindi obbligato a sceglierti un nuovo fornitore del mercato libero. Non sarà però un salto nel vuoto, al contrario i prezzi del mercato libero sono soggetti alla libera concorrenza e quindi potrai facilmente trovare il fornitore luce ideale per le tue specifiche esigenze.

Come trovare il fornitore luce più conveniente

Per scegliere al meglio tra i gestori luce mercato libero dovrai tener presente di una vasta gamma di fattori tutti ugualmente importanti. Tieni conto che potrai scegliere in completa autonomia quindi potrebbe valere la pena prenderti il tempo necessario per valutare ogni singolo aspetto. Ad esempio dovrai tener conto del fabbisogno energetico scegliendo un fornitore che possa soddisfarlo senza problemi. Dovrai anche fare le tue valutazioni per quanto riguarda il servizio clienti che oggi può essere gestito sia telefonicamente, sia tramite servizi digitali come app per mobile o area clienti riservata. Avere un filo diretto con l’assistenza clienti potrebbe fare la differenza nel caso si dovessero risolvere rapidamente problemi, meglio quindi non sottovalutarne l’importanza. Sarebbe anche da considerare da parte tua con estrema attenzione la componente che possiamo definire digitale. Sempre più clienti infatti utilizzano gli strumenti messi a disposizione dal proprio fornitore per controllare i propri consumi in tempo reale. Con il servizio di bolletta digitale dei migliori gestori luce e gas potrai anche verificare in qualsiasi momento le tue bollette accedendo alla tua area riservata o dalla app dedicata sul tuo smartphone. Dovrai anche valutare con attenzione tutti i vari servizi extra proposti dai gestori luce mercato libero. Alcuni fornitori luce infatti propongono delle offerte bonus dedicate ai nuovi clienti che possono prevedere anche servizi extra come forniture di lampadine, sconti su altri servizi, possibilità di contare su un tecnico e così via. Il nostro consiglio è quello di restringere il campo della ricerca a quei gestori luce mercato libero che permettono di gestire online tutti i dati della propria fornitura in modo rapido, sicuro e gratuito. Valuta anche con attenzione quei fornitori luce che propongono delle offerte green, ovvero con energia proveniente unicamente da fonti rinnovabili. In questo modo potrai coniugare l’attenzione all’ambiente con quella al risparmio.

Tra i criteri che dovrai prendere in considerazione per la scelta del miglior gestore luce dovrai considerare l’efficacia del servizio cliente e la possibilità di gestire online ogni aspetto della tua fornitura. Se ti sta a cuore l’ambiente potrai anche valutare le offerte cosiddette green che propongono energia prodotta solo da fonti rinnovabili.

Scegliere il fornitore in base alle modalità di pagamento

La scelta fornitore luce può non essere facile soprattutto in quanto nel mercato libero il ventaglio di scelta è davvero molto ampio. Indubbiamente dovrai scegliere tra le offerte luce più economicamente vantaggiose ma non è tutto. Devi sapere che anche le modalità di pagamento rappresentano uno dei criteri di cui tener conto nella scelta tra gestori luce mercato libero. Quasi tutti i fornitori ormai permettono di pagare con l’accredito su conto corrente bancario così da risparmiare fino a 12 euro all’anno di commissione rispetto ai bollettini postali. Molti gestori luce e gas offrono anche la possibilità di utilizzare il circuito Paypal, semplificando quindi ancora di più i pagamenti. Con Paypal si potrà sveltire e velocizzare i pagamenti in completa sicurezza allontanando il rischio di dimenticarsi le scadenze. Tieni anche conto del fatto che, se ti chiedi quale gestore luce è più conveniente, moltissime offerte vantaggiose sono dedicate a quei clienti che scelgono il RID come modalità di pagamento. Ad esempio molte delle migliori offerte dei gestori luce mercato libero sono proprio quelle attivabili solo online e con addebito diretto su conto bancario.

Uno dei vantaggi che ti offre il mercato libero è quello di fare il confronto gestori luce anche per quanto riguarda le modalità di pagamento. Se vuoi un aiuto nella scelta fornitore luce sappi che molti propongono offerte luce dedicate a chi decide di pagare con addebito diretto su conto bancario.

Perché conoscere il proprio consumo annuo in kWh è importante

Tutto quello che abbiamo visto finora è sicuramente importante ma non è tutto. Se vuoi capire come scegliere gestore luce in base alle tue esigenze sappi che dovrai considerare attentamente il tuo consumo annuo in kWh. Molte offerte luce del libero mercato infatti potrebbero risultare vantaggiose per clienti con alti consumi energetici e svantaggiose per chi consuma poca energia elettrica. Dovrai essere consapevole dei tuoi consumi annui in kWh per eseguire il confronto gestori luce e capire quale gestore luce è più conveniente per te. Se decidi di cambiare gestore luce ti consigliamo di partire dall’analisi di una tua bolletta, qui troverai i dati relativi al consumo che stavi cercando. In alternativa potrai anche calcolare il tuo consumo annuo di energia elettrica in kWh utilizzando i filtri di un comparatore di tariffe, di cui parleremo in seguito. Sempre riguardo al tuo consumo annuo in kWh dovrai considerare il numero di persone che vivono nella tua abitazione e quello di elettrodomestici. E’ chiaro che il consumo annuo in kWh cambia anche in funzione delle abitudini degli abitanti della casa. Chi passa molto tempo tra le mura domestiche ad esempio consumerà molta più energia elettrica rispetto a chi lavora ed è spesso fuori casa. Dovrai anche fare attenzione alla tipologia dei tuoi elettrodomestici in quanto quelli di classe energetica A+ avranno un consumo decisamente inferiore rispetto a quelli di dieci e più anni fa.

Se vuoi avere degli elementi utili per scegliere tra i gestori luce mercato libero le offerte più adatte a te, allora dovrai imparare a conoscere il tuo consumo annuo in kWh. Potrai trovare questo dato in bolletta o ricavarlo con una stima sulla base degli abitanti della casa e del numero di elettrodomestici.

Le tariffe monorarie e biorarie

Nell’ottica di cambiare gestore luce dovrai anche valutare con attenzione se optare per tariffe monorarie o biorarie. Le tariffe monorarie o biorarie ti consentono infatti di gestire le spese in bolletta in base al tuo stile di vita e al tuo fabbisogno energetico. La tariffa monoraria prevede un costo dell’energia misurato in kWh uguale in qualsiasi ora e per tutti i giorni della settimana. Al contrario, la tariffa bioraria prevede un costo dell’energia differente a seconda dei diversi orari e giorni della settimana. Esistono tre distinte fasce orarie: F1, F2 e F3. Per capire se devi passare da una tariffa monoraria a quella bioraria, o viceversa, dovrai analizzare i dati in bolletta. La bolletta infatti non riporta solo i dati relativi al consumo totale ma anche quelli suddivisi per fasce orarie. Ti basterà quindi molto poco per calcolarti i consumi orari e valutare se puoi risparmiare cambiando tariffa.

Ecco uno schema riassuntivo che potrebbe aiutarti a scegliere tra le due soluzioni:

Tariffa monoraria F1

  • Orario diurno giorni ferali dalle 8 alle 19 dal lun. al ven.
  • Weekend e giorni festivi esclusi
  • Conviene se passi gran parte del giorno a casa

Tariffa bioraria F23

  • Giorni feriali dalle 19 alle 8
  • Giorni festivi e weekend inclusi
  • Conviene se sei a casa di sera

Tieni conto per orientarti e cambiare gestore luce che i fornitori stessi suggeriscono alcuni parametri di valutazione. La tariffa bioraria ad esempio risulta essere più conveniente se prevedi di concentrare più del 70% dei consumi nelle ore serali o nei giorni festivi. Dovrai capire se sia più conveniente la tariffa monoraria o quella bioraria e potrai farlo valutando quale sia il momento della giornata in cui si concentrano maggiormente i tuoi consumi.

Se vuoi il miglior gestore luce e vuoi pagare il meno possibile in bolletta dovrai anche scegliere tra tariffa monoraria o bioraria in base alle tue abitudini di consumo. Una tariffa monoraria ad esempio sarà la scelta giusta se concentri i tuoi consumi elettrici soprattutto durante il giorno, quella bioraria se li concentri di sera e nei giorni festivi.

L’importanza dei comparatori di tariffe

Come ti abbiamo già accennato, il confronto gestori luce è quello che ti serve per scegliere le offerte migliori tra quelle dei gestori luce mercato libero. Puoi operare questo confronto da solo, ma perderai molto tempo e rischierai sempre di dimenticarti qualcosa. Potrai anche utilizzare i comparatori di tariffe, strumenti gratuiti e molto facili da utilizzare che ti consentiranno di ricercare le offerte giuste in base a una serie di parametri che dovrai impostare, tra cui le modalità di pagamento, la tariffa monoraria/bioraria e il tuo consumo annuo in kWh. Grazie a questi dati il comparatore confronterà in tempo reale tutte le offerte dei gestori luce e gas e ti proporrà solo quelle che rispondono alle tue indicazioni. Anche se tu non dovessi avere il dato del consumo annuo in kWh potrai ottenere un dato stimato inserendo i dati utili: il numero di abitanti della casa e il numero di elettrodomestici. Il comparatore di tariffe nasce proprio per soddisfare la tua necessità di comparare nello stesso momento più offerte differenti per lo stesso servizio.

Con i comparatori di tariffe potrai confrontare in tempo reale, e gratuitamente, tutte le offerte dei gestori luce mercato libero. In questo modo trovare il miglior gestore luce per le tue esigenze diventerà un gesto semplice e sicuro. Per usarlo al meglio dovrai inserire alcuni parametri (consumo annuo kWh, modalità pagamento, tariffa monoraria/bioraria)

Come trovare i gestori luce migliori: punti salienti

In conclusione puoi vedere da te come il passaggio al mercato libero abbia segnato un cambiamento importante per quanto riguarda il mondo dell’energia. Oggi hai a disposizione diverse frecce nel tuo arco se vuoi massimizzare il risparmio ma dovrai partire per prima cosa dalla conoscenza dei dati relativi alla tua utenza. Se conosci il consumo annuo in kWh ad esempio ti sarà molto più facile trovare le offerte che stai cercando. Tieni conto che molti fornitori luce propongono delle offerte dedicate ai clienti che vogliono impostare la domiciliazione bancaria come modalità di pagamento oppure a chi realizza l’attivazione dell’offerta interamente online. Anche se scegli di avere un gestore unico luce e gas potresti godere di offerte dedicate davvero molto interessanti (Dual). Non dimenticarti anche di analizzare i tuoi consumi elettrici suddivisi per fasce orarie così da optare per una tariffa monoraria o bioraria e massimizzare il possibile risparmio. Infine, oltre a capire quale gestore luce è più conveniente per te dal punto di vista economico, valuta anche altri aspetti come l’efficacia del servizio clienti e la possibilità di gestire ogni aspetto della tua fornitura online.

    1
    Inserisci le tue esigenze Seleziona i tuoi consumi e inserisci i tuoi dati di contatto.
    2
    Confronta le tariffe Visualizza le offerte migliori e scegli quella su misura per te.
    3
    Attiva la tua offerta Autorizza un nostro consulente a chiamarti: ti aiuterà ad attivare l’offerta scelta o a trovare quella che fa per te.
    Confronta le migliori tariffe Luce
    Confronta le migliori tariffe Gas
    Confronta le migliori tariffe Adsl e Fibra
    Confronta le migliori tariffe Telefonia mobile