Enel Pisa: gli store più vicini a te

Nel punto Enel Pisa più vicino potrai fare il subentro o numerose altre operazioni, oltre a rivolgere le tue domande sull'utenza. Guarda subito news utili e costi!

ENEL, Ente Nazionale per l'Energia Elettrica, si presenta come l'impresa più diffusa di energia e gas per uso domestico. Garantisce ai clienti il supporto di oltre mille punti dislocati in tutta la penisola, ideali per assecondare tutte le diverse esigenze di coloro che si presentano.

Enel Pisa

Punto Enel Pisa o nei dintorni

Per attivare un contratto, disattivare, così come richiedere una voltura o un subentro il centro Enel Energia  Pisa ti guiderà al meglio: in questo luogo potrai farti assistere da qualcuno con esperienza, che saprà consigliarti per eliminare i diversi problemi che nascono dopo la firma del contratto.

Per mezzo di questa alternativa non rischierai di incappare in attese infinite, una seccatura molto comune nel momento in cui ti rivolgi a servizi di assistenza clienti telefonica ma perfino quando decidi di inviare messaggi tramite indirizzi mail.

Sono attivi numerosi centri Enel nelle vicinanze di Pisa e la cosa giusta da fare è richiedere assistenza recandoti a uno poco lontano da te.

Disdire un contratto Enel a Pisa

Tuttavia, se stai pensandodi presentare disdetta per un contratto di Enel nel comune di Pisa o nell'area circostante, puoi avere molteplici scelte possibili. La disdetta del contratto di fornitura risulta effettuabile solamente dal titolare dello stesso.

Una volta individuato, avrai l'occasione di essere accolto in un punto Enel a Pisa e prenderti la modulistica per disdire. Ricorda che Enel può contare su 1000 e più punti convenzionati in giro per le regioni.

Potresti anche, volendo, provare un contatto con i due numeri qui di seguito: nel caso ti trovassi nel regime a maggior tutela, il numero da provare sarebbe 800.900.800; nel caso invece in cui fossi già passato al regime di mercato libero, il numero verde con cui parlare sarebbe 800900860.

Se vuoi inviare un fax, puoi usare il seguente numero: 800046311; per concludere, se abiti fuori Italia il numero di telefono +39 0664511012 è quello ufficiale Enel.

Potresti in alternativa loggarti all'area MyEnel sul sito internet Enel energia e riempire subito i campi di quel che serve per disdire.

Attivare un contratto nuovo Enel a Pisa

Se sei intenzionato a sottoscrivere un contratto con Enel Energia, sarà sufficiente recarti in un punto Enel Pisa e compilare tutto quello che serve. Se vuoi sapere qual è il centro più vicino, cercalo sul nostro sito.

Se il tuo obiettivo fosse attivare un nuovo contratto della luce, sarà necessario essere fornito del codice fiscale e un documento (elettronico o cartaceo) d'identità e il codice POD o numero Eneltel, unici per identificare e ripristinare nuovamente il contatore corretto. Tuttavia se fosse del gas, bisognerebbe invece allegare il codice PDR.

Potresti volendo procedere ad una stipula e attivazione accedendo sul sito ufficiale di Enel Energia. Quando avrai finito la procedura ti verrà data una copia del contratto, da riconsegnare compilata e firmata.

Contemporaneamente, è indispensabile una copia del modello che attesti una situazione di affitto o acquisto dell'appartamento, scrivendo Pisa all'interno della voce "comune".

La voltura contratto Enel

Bisogna richiedere la voltura nell'istante in cui, nella residenza di tuo interesse, è presente un precedente contratto e sono ancora in funzione luce e contatore gas. La voltura è praticamente la sola chance per prorogare a dovere il contratto presente senza che sia necessario fermarlo, cambiando ogni singolo dato di tutte le utenze.

Se volessi fare l'attivazione di una voltura gas ed energia elettrica nei punti Enel o anche online, è opportuno portarti dietro un tot di informazioni: la posizione dell'abitazione, il codice POD (acronimo di Point Of Delivery) per individuare il contratto attivo al momento, i dati anagrafici del titolare dello stesso e la lettura del contatore.

L'importo per la voltura standard elettricità e gas può oscillare molto basandosi sulla regolamentazione del mercato: in entrambe le alternative si devono spendere 26,13 € di oneri amministrativi, insieme al deposito cauzionale + IVA. Per chi lavora nel regime di mercato tutelato ci saranno inoltre un altro contributo fisso di circa 23 € e 16 € di bollo, mentre per quel che concerne il regime di mercato libero dell'energia e del gas la cifra aggiuntiva per oneri commerciali è a discrezione univocamente delle diverse realtà che gestiscono la fornitura.

Subentro contratto Enel

Al fine di far riprendere di nuovo il contatore spento in passato nell’immobile è corretto inoltrare un procedimento di subentro. Al termine della procedura, entrambi i contatori ripartiranno non appena possibile.

Tutti i dati necessari per la richiesta d'attivazione di un subentro gas ed energia elettrica sono uguali in confronto a ciò che è richiesto per un procedimento di voltura: indirizzo dell'edificio, nominativo di chi si era intestato la fornitura, numeri del contatore e POD. Quando avrai ottenuto le carte, potrai in poco tempo dare inizio a questa procedura in un punto Enel Pisa.

I costi per un iter di subentro sono all'incirca come quelli di un iter di voltura qualsiasi e sono determinati unicamente dal mercato scelto: per entrambe le alternative bisognerà spendere 26,13 € di oneri amministrativi più il deposito cauzionale + IVA; per il regime di mercato a maggior tutela dovrai aggiungere un contributo fisso di circa 23 € e 16 € di bollo, invece per il regime di mercato libero la cifra aggiuntiva è disposta dal fornitore energetico. Quando si parla delle tempistiche, ti indichiamo di riempire subito i campi dei moduli di subentro, con il dovuto anticipo prima dello spostamento di residenza.

Per un impianto longevo, il costo complessivo è stimato da un minimo di 310 € circa fino ai 1620 €. Ancora prima di aver sottoscritto il contratto sarà essenziale esaminare quali sono le caratteristiche differenti del regime di mercato libero dell'energia e del regime di mercato a maggior tutela.

Costi Mercato Libero

Il primo, vale a dire il mercato libero, va identificato come la conseguenza di un procedimento di liberalizzazione che si è intrapreso nello specifico il 16 marzo 1999 con il decreto realizzato da Bersani, allora Ministro dell'Industria, del Commercio e dell'Artigianato e completato ad agosto 2017, con la ratifica della Legge 4 agosto 2017, n. 124 (DDL Concorrenza) del Senato della Repubblica italiana.

I costi previsti dal mercato libero sono controllati al cento per cento dalle singole realtà che gestiscono gas ed energia elettrica, che concorrono in modo libero. In concreto, i contratti sul mercato di corrente elettrica e gas per uso domestico apparterranno a diverse fasce di prezzo, offrendo all'utente più scelta.

Gli esborsi previsti per il servizio di energia e gas dovrebbero essere talvolta più abbordabili di quelli a maggior tutela, vista la libertà concessa ai fornitori attivi.

Costi Mercato Tutelato

Il regime del mercato di maggior tutela, se posto a confronto con il mercato libero, è caratterizzato da prezzi meno vantaggiosi ed ecco la ragione: il costo della materia prima, l'energia, cambia ogni 90 giorni secondo le indicazioni dell’ARERA o Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambienti; i tantissimi gestori di forniture di luce e gas che fanno parte anche del mercato di maggior tutela dell'energia devono attenersi a questa regola.

Questa scarsa variabilità, nella quale la spesa dell'energia elettrica si calcola indipendentemente dall'andamento del mercato porta il più delle volte, per le cifre da pagare per ogni contratto, un risparmio considerevole nel tempo.

In ogni caso, è fondamentale sapere che il mercato tutelato verrà chiuso prossimamente. Con decorrenza dall'inizio del 2021, tutte le PMI dovranno così diventare attori del mercato libero dell'energia. Per chiunque abbia un contratto privato, diversamente, la data è posposta al primo gennaio 2022.

Contatti Nazionali Enel

Come entrare in contatto con Enel Energia qualora ci fossero dubbi o problemi da risolvere? Le scelte tra cui poter decidere sono diverse: scopriamo quali. Per un servizio di assistenza fisica, il nostro suggerimento è di recarti in uno dei tanti centri Enel Pisa; i recapiti via telefono di Enel Energia, invece, sono:

I numeri di fax di Enel Pisa sono:

I contatti social di Enel Pisa sono:

Cambiando argomento, ricorda che c'è l'opportunità di adoperare il sito web di Enel per info, supporto e risoluzione problemi. Su MyEnel, nella tua sezione dedicata, in cui entrerai dopo aver fatto il login, ti sarà possibile sentire al telefono un operatore, in caso di necessità, per esaminare diversi dati tipo tutte le bollette pagate e da pagare, la scheda cliente e lo stato d'utenza.

Il fac-simile reclami, che trovi sempre all'interno della tua pagina clienti su MyEnel, ha la funzione di sottolineare la presenza di eventuali interruzioni inerenti alla rete che alimenta la fornitura. Ancora un'informazione: il sito web di Enel Energia mette a disposizione degli utenti anche una chat istantanea per l'assistenza clienti, per comunicare con un addetto qualificato senza dover andare in un ufficio Enel. Facciamo riferimento ad un beneficio a disposizione sia dei clienti che dei semplici visitatori.

Per info generali, assistenza clienti e risoluzione problemi da parte del centro Enel Energia Pisa sarà possibile fare le domande a Elena, il bot dedicato: grazie all'app Telegram, WhatsApp o Facebook Messenger ti sarà possibile ottenere informazioni su attivazione e pagamento di bollette, autolettura del contatore e infine accertamenti sulle forniture.

Se hai intenzione di mandare modulistica, oltre a varie tipologie di documenti, un altro aspetto positivo è un'interessante possibilità: quella di recarsi in un punto Enel nella zona di Pisa; se sei in cerca di una soluzione diversa, si può sfruttare una casella postale: Casella Postale 8080 - 85100 Potenza.

Ecco le sedi di punti Enel Pisa:

Come sedi decentrate troviamo:

Rimani aggiornato sugli orari del Punto Enel Pisa, contatta l'ufficio telefonicamente o in alternativa invia una mail.

Top